lavoro
iStock
lavoro
Economia

10 professioni che stanno scomparendo velocemente

Ecco chi dovrà inventarsi una nuova carriera nei prossimi anni

La ricerca

L’Ufficio Statistico del Lavoro statunitense ha misurato l’impatto della tecnologia e dell’innovazione sul mondo del lavoro. Di seguito, le professioni che, secondo le stime, scompariranno più velocemente nel giro dei prossimi sette anni. L’elenco completo è stato pubblicato da Business Insider.


10 – Hostess e steward: -7%

Attualmente, sono 84mila le hostess e gli steward negli Stati Uniti. Secondo le statistiche, entro il 2022, questa professione registrerà un calo del 7% complici le difficoltà economiche, ma anche i contratti di lavoro che non incentivano le compagnie ad assumere nuovo personale. Lo stipendio medio si attesta su 37mila dollari.

9 – Addetti alla supervisione di impianti energetici: -8%

Il miglioramento tecnologico manderà in pensione molti degli attuali impianti di produzione energetica: chi siede ai posti di controllo, attualmente sono 60mila persone che portano a casa circa 68mila dollari l’anno, dovrà trovarsi un altro lavoro. La contrazione stimata è dell’8%.

8 – Esperti di composizioni floreali: -8%

Le 62mila persone che si dedicano alla decorazione floreale, il cui compenso si aggira su 24mila dollari l’anno, potranno assistere a un calo dei posti di lavoro dell’8%.

7 – Tagliaboschi: - 9%

Le nuove leggi tendono a preservare le foreste esistenti e, dunque, i 43mila dipendenti del settore potrebbero trovarsi davanti a un calo di posti del 9%.

6 – Orafi: -10%

I 32mila orafi e artigiani che lavorano le pietre scontano la concorrenza delle importazioni. Le previsioni danno un calo del 10% nei prossimi sette anni.

5 – Agenti di viaggio: -12%

Sono 73mila le persone che, con un compenso di circa 34mila dollari, si occupano di organizzare viaggi. Complice la diffusione dei siti che permettono di farlo personalmente, la professione potrebbe registrare un calo del 12% nei posti di lavoro.

4 – Giornalisti e corrispondenti: - 13%

Il calo degli introiti pubblicitari sui mezzi tradizionali si farà sentire sulle posizioni di lavoro per i giornalisti e gli operatori dell’informazione (attualmente, sono 57mila le persone che svolgono questo tipo di attività con un compenso medio di 37mila dollari). Il calo atteso è del 13% entro il 2022.

3 – Agricoltori e allevatori: -19%

I 930mila agricoltori e allevatori americani scontano il peso dei costi di semi, prodotti chimici e macchinari. La professione, che genera un reddito nell’ordine di 69mila dollari, potrebbe contrarsi del 19% nei prossimi sette anni.

2 – Operai di semiconduttori: - 21%

L’automazione nella produzione di semiconduttori potrebbe portare a un calo del 21% nei posti di lavoro. A oggi, 21mila persone si occupano di queste operazioni, con un compenso medio da 33mila dollari.

1 – Postini: -28%

Con uno stipendio medio annuale di 53mila dollari, i 491mila addetti alla consegna della posta potrebbero vedere calare i posti di lavoro del 28% in seguito all'automatizzazione, ma anche e soprattutto all'utilizzo di forme di comunicazione digitale.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti