Dipinti di viaggio tra Italia e Oriente
Dipinti di viaggio tra Italia e Oriente
Lifestyle

Dipinti di viaggio tra Italia e Oriente

Al Castello di Miramare, le opere di Ippolito Caffi in una mostra prologo alle celebrazioni per i 150 anni dalla morte dell'artista veneto

Con un anno di anticipo sulle celebrazioni per i 150 anni della sua morte, l'artista veneto Ippolito Caffi, straordinario vedutista, orientalista, pittore e patriota, è il fulcro di una grande mostra allestita dal 9 luglio all'8 dicembre 2015 nel Castello di Miramare di Trieste. Accomunato all' Arciduca Massimiliano (per il quale, nel 1857, dipinse la sontuosa festa di nozze in una Venezia notturna) dalla passione per i viaggi, dal desiderio di scoperta e dalla ricerca del nuovo, Caffi e Massimiliano "s'incontreranno idealmente" a Trieste, proprio in occasione della mostra "Ippolito Caffi. Dipinti di viaggio tra l'Italia e l'Oriente" curata da Annalisa Scarpa. Nel bianco edificio affacciato sul promontorio triestino – in cui l' Arciduca volle custodire il dipinto commissionato a Caffi all 'indomani delle nozze con Carlotta di Belgio – oltre quaranta dipinti delle raccolte della Fondazione Musei Civici di Venezia, da molti anni non esposti e in parte restaurati per l'occasione, faranno rivivere i viaggi e i sogni, le geniali invenzioni e la scenografica arte del pittore bellunese. Attraverso i dipinti di viaggio che fissano su tela e carta la sua personalissima visione di Venezia e Roma - città molto amate e in cui l'artista volle ripetutamente tornare per riempire occhi e spirito - e poi di Napoli e dell'Oriente, è dunque possibile seguire l'evolversi della pittura di Caffi che, instancabile viaggiatore e artista-patriota, seppe traghettare il genere della veduta nella contemporaneità, interpretandolo in chiave assolutamente moderna. Animato dall'esigenza continua di documentare la realtà dei tanti luoghi visitati, il pittore veneto unì infatti ad una grande abilità prospettica un profondo senso di ampiezza atmosferica e un ricercato studio sugli effetti di luce, dei quali si servì per mettere in scena soluzioni cromatico-luministiche assolutamente inedite, fatte di feste suggestive, di fuochi d'artificio, di vedute notturne teatralmente abbracciate da romantici aloni lunari, di incantevoli trascrizioni di accadimenti naturali: la nebbia, la neve, un tramonto infuocato.


IPPOLITO CAFFI
 dipinti di viaggio tra Italia e Oriente
Castello di Miramare, Trieste
9 luglio – 8 dicembre 2015

Venezia, Fondazione Musei Civici di Venezia - Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro
Ippolito Caffi Costantinopoli – Bazar turco, 1843 olio su cartoncino intelato, cm 20 x 30
Ti potrebbe piacere anche

I più letti