Da Renato Zero a Shia Le Beouf: quando l'intemperanza è vip
Ufficio Stampa
Da Renato Zero a Shia Le Beouf: quando l'intemperanza è vip
Lifestyle

Da Renato Zero a Shia Le Beouf: quando l'intemperanza è vip

Multe contestate, risse e regole non rispettate. Ecco cosa succede quando la celeb si ritiene immune dalla legge

Claudia Gerini che insulta i tassisti (ma poi chiede scusa), Renato Zero che non accetta una multa per divieto di sosta e, addirittura, scomoda una troupe televisiva, ma anche Johnny Depp che introduce i cani in Australia in barba alla legge o Shia Le Beouf che fuma a teatro. Essere celebrities a volte fa credere che il "Lei non sa chi sono io" possa aprire porte e far chiudere un occhio su regole e buon gusto, ma non sempre è così e le leggi dei "Comuni mortali" finiscono per mettere nei guai anche le Very Important People. 

Gettyimages
Nel ranch di Paris Hilton erano stati trovati 400 chili di cocaina. Tantini per essere finiti lì per caso, ma l'ereditiera ha sempre negato di saperne qualcosa e anche la volta nella quale dalla sua borsetta era caduta una bustina piena di coca Paris aveva negato di sapere come la droga fosse finita lì
Ti potrebbe piacere anche

I più letti