Cultura

Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky. Una grande mostra a Verona

Sino al 5 aprile 2020, al Palazzo della Gran Guardia di Verona, una grande monografica dedicata a Giacometti arricchita da prestigiose opere di Kandinsky, Braque, Chagall e Miró

La Fondazione Maeght di Saint-Paul-de-Vence, prestigiosissima sede espositiva dedicata all'arte moderna e contemporanea, possiede oggi una delle più importanti collezioni in Europa di dipinti, disegni, sculture e opere grafiche del XX secolo, con nomi di grande importanza che sono stati legati alla famiglia Maeght per decenni, Alberto Giacometti in primis

E proprio grazie ai prestiti della Fondazione, la mostra veronese - curata da Marco Goldin - non solo è una delle più importanti monografiche dedicate allo scultore svizzero, ma offre anche l'occasione di ripercorrere, attraverso le opere di artisti del calibro di Kandinsky, Chagall, Braque e Mirò, le avanguardie cubiste, astrattiste e surrealiste, con Parigi al centro del mondo

La Mostra, perchè visitarla

Oltre settanta le opere di Giacometti esposte a Verona, dalle sculture più celebri, ai disegni e ai dipinti: dal suo tempo giovanile in Svizzera con i primi, meravigliosi disegni fatti a poco più di dieci anni, alle sculture inaugurali attorno ai quindici anni fino alle prove surrealiste e a quelle della maturità.

Ad affascinare il visitatore, le inconfondibili, filiformi sculture note come la Grande femme debout e l' Homme qui marche; i busti e le teste del fratello Diego; cani, gatti, foreste fatte di figure quasi liquefatte e poi la Femme de Venise, notissima figura femminile esposta con straordinario successo alla Biennale veneziana del 1956

A rendere ancora più unico e prezioso il percorso espositivo, sempre provenienti dalla stessa Fondazione Maeght, opere di Braque, Chagall, Miró, Kandinsky, Derain, Léger, artisti che operarono nei decenni dagli anni Venti agli anni Cinquanta, ossia il tempo della lunga permanenza a Parigi di Giacometti: quadri, spesso di grande formato, che arricchiscono di pura bellezza le sale nelle qualisembrano camminare, con leggerezza e leggiadria, le sculture di Alberto Giacometti

Una mostra importante, che, attraverso l'arte, racconta anche dalla relazione tra gli artisti, che spesso riflettono e parlano l’uno dell’altro:... “Di tutta la sua opera guardo con l’interesse, la curiosità e l’emozione più grandi i piccoli paesaggi, le nature morte, i mazzi di fiori senza pretese degli ultimi anni, di ognuno degli ultimi anni. Guardo questa pittura quasi timida, priva di peso, questa pittura nuda, di un’audacia totalmente diversa, di un’audacia ben più grande di quella degli anni lontani; pittura che per me si situa al culmine stesso dell’arte di oggi con tutte le sue contraddizioni” ... le bellissime parole che Giacometti dedicò a Braque in occasione della morte di quest’ultimonel 1963

Dove e Quando

"Il tempo di Giacometti da Chagall a Kadinsky. Capolavori dalla Fondazione Maeght"

Palazzo della Gran Guardia, Piazza Bra, 1 a Verona

Dal 16 novembre 2019 al 5 aprile 2020

Orari: da martedì a giovedì dalle 10.00 alle 18.00
         da venerdì a domenica dalle 10.00 alle 19.00


Ti potrebbe piacere anche