Thinkstock
Cultura

'Storia segreta di Milano', dal Cenacolo a oggi

Dai Visconti a oggi, passando per Leonardo e Manzoni: un libro racconta in chiave fictional i misteri della città del Biscione

Economia, politica, società, lavoro: non scopriamo certo oggi l'importanza di Milano nel panorama italiano ed europeo. Il capoluogo lombardo è una città che fa fatica a rivelare i propri segreti. Così ci prova Paolo Sciortino, con il libro Storia segreta di Milano, appena pubblicato da Newton Compton, che racconta una storia parallela sui grandi personaggi milanesi, infarcendola di aneddoti interessanti.

Il libro si apre con l'enigma del Biscione, il serpente-drago che i Visconti, primi signori di Milano, scelsero come emblema del proprio casato: quell'immagine tramanda un mistero (un po' come quello del Santo Graal in Il codice Da Vinci) che attraversa la storia della città fino ai giorni nostri e alle grandi famiglie dell'imprenditoria milanese.

Gli Sforza, i Capetingi, i Savoia, Leonardo da Vinci, Alessandro Manzoni: Sciortino segue la traccia dei grandi personaggi della città, secondo la sua chiave narrativa legati in qualche modo al biscione, una sorta di araba fenice che risorge sempre portandosi dietro un grande mistero.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti