Cultura

Matteo Fedeli in concerto a Milano per l'Associazione Paolo Pini

Suonerà il violino Andrea Guarnieri 1694 a sostegno dell'associazione che si occupa dei bambini meno fortunati

"Solo d'archi"

Barbara Massaro

-

Mercoledì 24 maggio Milano sarà la cornice del concerto del Maestro Matteo Fedeli che suonerà il violino Andrea Guarnieri 1694 per un evento di grande prestigio organizzato dall'Associazione benefica Paolo Pini che si occupa dell'assistenza domiciliare gratuita per i bambini malati cronici.

Dove
Il concerto si terrà presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci Sala delle Colonne, Via San Vittore 21, Milano alle 20.30.

Grazie anche alla partecipazione del Solo d'archi ensamble la musica del Maestro toccherà le corde dell'anima e del cuore con Fedeli che introdurrà il repertorio con aneddoti, cenni e curiosità musicali.

Si tratta di  un evento benefico i cui ricavati andranno a sostegno dell'Associazione Pini che da sessant'anni si occupa dei bambini meno fortunati e delle loro famiglie.

Chi è Matteoo Fedeli
La missione artistica di Matteo Fedeli è quella portare la voce degli strumenti dei celebri liutai cremonesi Amati, Stradivari e Guarneri al grande pubblico.

Ambasciatore della Cultura italiana negli Stati Uniti per il Ministero degli Esteri, realizza ogni anno tour di concerti in diversi Stati americani toccando prestigiose sedi come la splendida Severance Hall di Cleveland.

Fedeli è stato nominato Funzionario per la Cultura presso il Consolato Italiano a Charleston nel South Carolina e la sua attività è patrocinata dal Senato della Repubblica e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Per la grande sensibilità dimostrata nell’affiancare la solidarietà ai grandi eventi concertistici e a riconoscimento della sua carriera artistica è stato insignito della Croce di Cavaliere dell’Ordine di Malta, della Croce di Cavaliere di merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano e di due Paul Harris Fellow.

E' tra i fondatori dell’Orchestra Nazionale del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta.

© Riproduzione Riservata

Commenti