Cultura

Prima guerra mondiale: il motore di ricerca dei soldati italiani uccisi

Cadutigrandeguerra.net è il sito web per trovare le informazioni essenziali sui 70mila militari sepolti a Redipuglia, Oslavia e Caporetto

redipuglia

Redazione

-

Nel quadro del centenario della prima guerra mondiale un contributo alla ricerca e alla conservazione della memoria.

È il sito web cadutigrandeguerra.net. Un vero motore di ricerca per trovare le informazioni essenziali sugli oltre 70mila morti italiani nella Grande Guerra sepolti a Redipuglia, Oslavia e Caporetto (Kobared, Slovenia).

Il progetto è voluto dalla Provincia di Gorizia e della Direzione del Sacrario Militare di Redipuglia e finanziato dall'Unione delle Province del Friuli Venezia Giulia.
La realizzazione del database e della ricerca è a cura dell'Istituto di sociologia internazionale di Gorizia.

L'obiettivo è conservare la memoria dei caduti attraverso la digitalizzazione degli elenchi storici delle persone sepolte nei tre sacrari militari.

Attraverso il sito è possibile consultare gli elenchi, individuando chiaramente il luogo di sepoltura di ogni singolo caduto e altre informazioni, come il reparto di servizio e il luogo di prima sepoltura.

© Riproduzione Riservata

Commenti