Cultura

Premio Mimesis 2018, quando la poesia è al centro delle arti

Poesia, scultura, musica, le tre “muse” che faranno da cornice al Premio nazionale

Premio Nazionale di poesia Mimesis

Orazio La Rocca

-

Tra i più prestigiosi eventi dedicati alle liriche edite ed inedite in programma a Itri, in provincia di Latina, sabato 25 agosto, il Premio nazionale “Mimesis” avrà come momento clou della serata, la premiazione e la lettura delle poesie vincitrici che la giuria del premio, presieduta dal professor Nazario Pardini, ordinario di Letteratura italiana, ha selezionato tra circa 1000 composizioni giunte al Mimesis da tutte le regioni italiane.

Un record nel suo genere che fa della rassegna poetica che si svolge nel cuore del centro Storico di Itri (paese natio di Frà Diavolo) “uno dei più importanti concorsi di poesia sia italiana che dialettale, che con la partecipazione di oltre 400 poeti – spiega Patrizia Stefanelli, regista e direttrice artistica del premio – si qualifica ancora una volta come tra i più suggestivi e completi appuntamenti dedicati nel nostro Paese alla poesia contemporanea, un incontro che, come già avvenuto nelle precedenti venti edizioni, coinvolge anche altre forme artistiche come la musica, la pittura, la scultura e le espressioni figurative più popolari”.

Due donne vincitrici, per la prima volta

Ed infatti, a far da sfondo alla lettura delle 24 poesie finaliste e alla premiazione dei poeti vincitori – per la prima volta due donne, Loriana Capecchi con Sì, l'amore non ha urgenza di parole per la sezione inediti, e Annalisa Rodeghiero con Sì torneranno per la sezione editi – ci sarà il Memorial Vito La Rocca, scultore recentemente scomparso, allievo di Emilio Greco, tra i più grandi scultori italiani del Novecento.

Un'opera di Vito La Rocca sarà assegnata al poeta Vincenzo Preti. Per la colonna musicale della serata ci sarà il Tributo a Lucio Battisti con la esibizione del gruppo Civico 10.

Il Premio Mimesis alla Carriera andrà a Orazio Antonio Bologna professore emerito di composizione e letteratura latina presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma e vicedirettore scientifico della rivista Collectanea Philologica dell’Università Statale di Łódź.

Al poeta e critico letterario Carmelo Consoli, presidente della storica e prestigiosa associazione La Camerata dei Poeti di Firenze, sarà conferito il Premio Mimesis alla Cultura.

Alla fine della lettura una giuria di giornalisti premierà la lirica "che sarà scelta per il suo particolare significato sociale", preannuncia il professor Nicola Maggiarra, presidente dell'Associazione Mimesis, che quest'anno si svolgerà nella suggestiva cornice del Castello medievale di Itri a partire dalle ore 21,00 in una caratteristica scenografia firmata dal maestro Massimo Patroni Griffi.

Nella maestà del castello medievale

“Riportare il premio Mimesis al Castello – per Maggiarra - corrisponde all’esigenza di restituire alla prestigiosa manifestazione il suo luogo ideale per raccoglimento e suggestività”. I collegamenti col Castello saranno assicurati da un servizio gratuito di navetta, con partenza da piazzale Padre Pio fin dalle ore 19:30, messo a disposizione dall'amministrazione comunale su indicazione del sindaco Antonio Fargiorgio, presente alla serata, che “non mancherà di riverlarsi ancora una volta come un suggestivo connubio tra le più alte espressioni artistiche come la poesia contemporanea, la musica di Lucio Battisti e la scultura di Vito La Rocca, al quale sarà dedicata anche una rassegna di sue opere”, concludono Nicola Maggiara e Patrizia Stefanelli.


© Riproduzione Riservata

Commenti