Parigi: il museo che apre le sue porte ai nudisti

Il Palais de Tokyo, la nota galleria d'arte contemporanea della capitale francese, ha organizzato una visita dedicata ai naturisti. In 160 si sono aggiudicati i biglietti che sono andati a ruba per riuscire a vedere, senza gli abiti indosso, le opere in mostra

parigi-museo-nudisti

Parigi, 5 maggio 2018 - Una giovane davanti a un quadro in mostra al Palais de Tokyo, il museo di arte contemporanea parigino che ha aperto ai nudisti – Credits: GEOFFROY VAN DER HASSELT/AFP/Getty Images

Chiara Degl'Innocenti

-

L’arte non ha veli. Mai. In tutti i sensi. Per questo motivo, a Parigi, il Palais de Tokyo, il noto museo d'arte contemporanea, in collaborazione con l'Association des Naturistes de Paris, ha organizzato un giro guidato per visitatori nudi. Un’iniziativa che è piaciuta molto e che, in un batter d’occhio, ha fatto il tutto esaurito dei 160 biglietti messi a disposizione.  

E così, per una giornata, questa elegante galleria d'arte ha permesso ai suoi visitatori di spogliarsi, con l’unica regola di lasciare i propri abiti nel guardaroba (solo le scarpe sono state ammesse), prima di vagare per le sale del Palais ammirando le sculture e i dipinti esposti.


 

Un evento di successo che replica

Questa iniziativa non è destinata a restare isolata. Visto il successo, il museo parigino bisserà l’evento sull’onda di quanto organizzato l’anno scorso con la sperimentazione di una area dedicata ai naturisti nel parco pubblico a est della capitale francese, il Bois de Vincennes. Un'esperienza, anche questa, che verrà replicata ancora in estate.

Secondo le stime e gli associati dell’Associazione dei naturisti di Parigi, che ha organizzato la cosa, la capitale francese registra 88 mila naturisti, mentre in Francia raggiungono almeno i 2,6 milioni.

Il Palais de Tokyo

Descritto come “effervescente, audace e pionieristico” il Palais de Tokyo, che si trova nel 16° distretto al numero 13 di avenue du Président-Wilson, è considerato uno dei più grandi e interessanti centri europei dedicati all’arte contemporanea. Costruito nel 1937 in occasione dell’Exposition Internationale des Arts et Techniques, è stato inaugurato con il nome originale di Palais des Musées d’art moderne e, disposte su quattro piani, ospita esposizioni permanenti, temporanee, oltre a performances ed installazioni.

I prossimi eventi

Prima di Parigi anche una galleria di Vienna aveva aperto ai naturisti. Nel 2013, i visitatori erano stati invitati a girare per le sale del Leopold Museum di Vienna privi di vestiti, come era accaduto nella Galleria Nazionale di Canberra (Australia) dove gli ospiti nudi erano i benvenuti.

© Riproduzione Riservata
tag:

Commenti