Cultura

Marco Carrai vince il Premio Parete per i rapporti tra Italia e Israele

L'imprenditore fiorentino è stato insignito del riconoscimento intitolato all'ultimo sopravvissuto di Dachau

Marco Carrai

Redazione

-

Marco Carrai ha vinto il Premio Parete. Lunedì 24 aprile a Milano, presso il Circolo della Pallacorda, gli è stato consegnato il riconoscimento, attribuito alle figure che si distinguono e contribuiscono a migliorare i rapporti tra Italia e Israele.

Imprenditore fiorentino amico dell'ex premier Matteo Renzi, ecco perché Carrai ha ricevuto il premio: le motivazioni si basano "sul legame concreto, fattivo e determinato di Carrai. In questi ultimi anni si sono moltiplicate le iniziative e le occasioni in cui ha dimostrato, mettendo al centro la storia, la cultura e una spiccata sensibilità, una grande capacità di aggregazione, interesse e attenzione proprio per i rapporti tra Italia e Israele".

Il premio, alla sua prima edizione, è intitolato a Ermando Parete, ultimo sopravvissuto di Dachau, sottufficiale della Guardia di Finanza scomparso lo scorso anno. Il Comitato Scientifico che ha assegnato il premio è presieduto dal figlio di Parete.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Chi sono i vincitori del Premio Pulitzer 2017

Oltre al solito New York Times i riconoscimenti più importanti sono andati al New York Daily News e alla piattaforma investigativa ProPublica

Premio Strega 2017: i 12 libri finalisti

A Tempo di Libri è stata annunciata la dozzina in corsa per la 71^ edizione

Commenti