Partigiani per le strade di Roma
Libri

"Voci Partigiane - Storie all'ombra della linea gotica" di Simona Teodori

Quattro storie si intrecciano, tra boschi, crepuscoli e Appennino, nel formarsi delle prime bande armate partigiane sulla Linea Gotica

Una giovane donna di oggi ridà vita ai racconti dei nonni con poetica drammaticità, intessendo quattro storie separate ma che si intrecciano, tra boschi, crepuscoli e Appennino, nel formarsi delle prime bande armate partigiane sulla Linea Gotica nel 1943, in piena Seconda guerra mondiale. Ecco Voci Partigiane di Simona Teodori, romana trentanovenne al suo esordio narrativo. In libreria dal 20 novembre con Edizioni della Sera (collana Externa), l'agile scritto (pagg. 131) narra di giovani montanari di poche parole, di ragazzi che già hanno patito in divisa su altri fronti, di paesini arroccati.

"Vi assicuro che tutto è vero anche se è fantasia", scrive nella prefazione Teresa Vergalli, staffetta partigiana. "Io che in quella avventura ci sono stata davvero, mi è sembrato di rivivere tutto: freddo, nevischio, sentieri, ombre, prudenza e rischi. Personaggi veri. Il montanaro che stringe nel suo brevissimo dialetto i concetti e i commenti più alti. E la morte che sta sempre alle calcagna e che spesso arriva, gelando il cuore e le viscere, ma che non può rallentarti e tanto meno fermarti".

275687"Con l'8 settembre cambiò tutto e niente: gli uomini si divisero in ribelli e firmaioli. Io, che ero ancora in licenza, decisi subito per la diserzione e me ne andai in montagna, perché volevo ammazzare tutti i fascisti e i Tedeschi che avessi incontrato, quasi fosse una questione personale", racconta Figaro, uno dei personaggi di Voci Partigiane

Alcune pagine più avanti, è invece il Poeta a parlare: "Quanta stupidità nell'odio, pensai. Perdono tempo a sparare quando la montagna li osserva così bella, quando si potrebbe dormire sotto un albero, sugli aghi secchi e profumati dei pini o sulle foglie del cerro, quando si potrebbe ascoltare il canto del cuculo al crepuscolo. Sono proprio stupidi questi crucchi". 

Appassionata di storia e iscritta all'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia dal 2010, Simona Teodori ha già preso parte al libro 99 Rimostranze a Dio (Ottolibri Edizioni). Voci Partigiane nasce anche grazie all'eredità orale dei suoi nonni Italo e Otello e di suo zio Alberto: "Se non fosse stato per loro queste pagine non sarebbero mai state scritte". 

Voci Partigiane 
di Simona Teodori
Edizioni della Sera
13 euro, 131 pagg.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti