Bilbolbul 2013: la letteratura disegnata di Vittorio Giardino

Una mostra dedicata al raffinato maestro italiano del fumetto, affermato a livello internazionale e anticipatore del graphic novel

Nicola D'Agostino

-

Oltre trent'anni di produzione fumettistica ad altissimi livelli, indipendente dalle mode, con un segno lineare ed espressivo, storie dagli intrecci complessi e maturi, ambientazioni curatissime e ispirate dal cinema hollywoodiano ma anche dalla letteratura di genere. Il bolognese Vittorio Giardino è riconosciuto da tempo come uno dei maestri della letteratura disegnata e l'edizione 2013 del festival fumettistico Bilbolbul lo celebra dedicandogli una mostra antologica nella prestigiosa cornice del Museo Civico Archeologico di Bologna.

Intitolata "La quinta verità" , l'esposizione percorre tutta la carriera del fumettista, dalle storie noir di Sam Pezzo, suo primo personaggio di successo, fino alle avventure della spia riluttante Max Fridman e a quelle di Jonas Fink, giovane ebreo nella Cecoslovacchia comunista del dopoguerra, protagonisti di romanzi grafici che raccontano i giochi del potere, la corruzione degli ideali, e lo sforzo, spesso vano, di resistere e contrastare l'ingiustizia.

Bilbolbul-2013-Mostra-di-Vittorio-Giardino-Sam-Pezzo_emb8.jpg

Il materiale esposto è davvero tanto e permette di apprezzare l'evoluzione e la maturazione del disegno di Giardino, che già all'inizio degli anni '80 aveva raggiunto una incredibile raffinatezza. Le sue avventure a fumetti, spesso ambientate in luoghi e momenti importanti della storia del secolo scorso, sono popolate di eroi fragili e sensuali coprotagoniste femminili in un mix di azione, mistero ed erotismo.

Bilbolbul-2013-Mostra-di-Vittorio-Giardino-Max-Fridman_emb8.jpg

Oltre ai personaggi più noti, le cui tavole sono accompagnati da testi e note che contestualizzano la nascita, storia editoriale e contesto storico e sociale, sono esposti anche diversi racconti brevi e illustrazioni per vari committenti, tra cui il Comune di Bologna.

Bilbolbul-2013-Mostra-di-Vittorio-Giardino-L-Ultimatum_emb8.jpg

La sala finale della mostra è occupata da una parata di copertine delle numerosissime edizioni che testimoniano l'enorme fortuna dei fumetti di Giardino, pubblicati in tutto il mondo, non solo in Italia.

Bilbolbul-2013-Mostra-di-Vittorio-Giardino-copertine_emb8.jpg

L'esposizione "La quinta verità" si tiene al Museo Civico Archeologico di Bologna, in Via dell'Archiginnasio 2, fino al 1 aprile. Gli orari di apertura sono dalle 10 alle 15 dal martedì al venerdì e dalle 10 alle 18:30 il sabato, la domenica e i giorni festivi, incluso il 28 e 29 marzo. Il biglietto d'ingresso è di 5 Euro intero e 3 Euro ridotto. In occasione della mostra, la casa editrice Comma 22 ha pubblicato il libro "Vittorio Giardino. La quinta verità" curato dall'associazione Hamelin , che organizza Bilbolbul, con interventi su Giardino e un ricco apparato iconografico con tavole e copertine inedite.

© Riproduzione Riservata

Commenti