'Vango. Un principe senza regno’: esce oggi in libreria il sequel di Timothée de Fombelle

Un’avventura d’altri tempi, un mistero da risolvere, molte vite da salvare: tra spie, inseguimenti, commissari, bambinaie e criminali, troviamo un coraggioso ragazzino alla ricerca della propria identità

"Vango. Un principe senza regno", copertina

Ilaria Cairoli

-

- Ci dobbiamo nascondere? Perché?
Vango posò le due dita unite sulla bocca di Ethel.
- Zitta...È qui. Mi segue.
Le spighe non frusciavano nemmeno. Il silenzio era assoluto. Ma c’era nell’aria quella nota continua dell’estate, quella nota grave che si potrebbe chiamare “il rumore del sole”. Vango aveva uno sguardo folle negli occhi.
- Dimmi cosa succede... - mormorò lei.
La terra arida beveva il filo sottile di lacrime di Ethel.
- Non c’è nessuno...Non ti riconosco più, Vango. Ma che cos’hai?

22 ottobre 2012, esce oggi nelle librerie il secondo e ultimo episodio della saga Vango, di Timothée de Fombelle, edizioni San Paolo.

Dopo Vango. Tra cielo e terra , arriva in libreria Vango. Un principe senza regno , che mette un punto alle vicende lasciate in sospeso nel primo libro con protagonista il nostro giovane eroe.

Forse vi starete chiedendo: chi è Vango?

Non è facile dare una risposta a questa domanda, dal momento che è Vango stesso a porsela in fondo al suo cuore. Vango non è altro che un giovane ragazzo in cerca di se stesso e delle sue misteriose origini.

Siamo di fronte ad un’avventura d’altri tempi: la storia è ambientata negli anni Trenta del Novecento, ma non solo. Vango è un romanzo d’avventura del tutto anomalo nel panorama attuale della letteratura per ragazzi: non c’è alcun tentativo di semplificare la realtà, bensì l’intento è quello di cogliere la bellezza della complessità della vita: tanti personaggi, tanti luoghi, un lungo tempo di svolgimento della storia che va dalla Russia del 1918 alla New York del 1937.
Europa, Stati Uniti, Russia e altri luoghi fantastici faranno da scenario alle vicende del giovane Vango, insieme ai fatti storici di quegli anni: la guerra che sta per infiammare l’Europa e gli equilibri sempre più precari nell’ordine del mondo.

Chi è veramente Vango? Chi sono i suoi genitori? Qual è il mistero che lo circonda? E chi lo perseguita con tanta tenacia e cattiveria? Le domande rimaste irrisolte nell’episodio precedente, troveranno finalmente una risposta.
Ai personaggi che già conoscete, come padre Zefiro, il commissario Boulard, Mademoiselle ed Ethel, si aggiungeranno nuove figure che aiuteranno a tirare le fila nell’intricato passato di Vango.

Vango è un libro per chi non si spaventa per le troppe pagine, Vango è un libro per ragazzi curiosi e che amano l’avventura. Come nei migliori romanzi più si legge e più è difficile smettere, perché il rocambolesco intreccio di personaggi, vita, tempi e luoghi è davvero avvincente e capace di rapire anche il lettore più distratto.

Con Vango vi immergerete in un’altra epoca, fatta di palloni aerostatici, di lussuosi treni d’altri tempi, di città affollate, di misteriosi castelli e monasteri lontani. Con Vango farete anche un piccolo viaggio all’interno di voi stessi, perché i sentimenti di Vango sono gli stessi  sentimenti che proviamo tutti prima o poi nella vita: rabbia, tristezza, paura, vendetta, amore, estrema forza di volontà, ricerca tenace della propria identità.

Per i più curiosi ecco qui il sito ufficiale delle avventure di Vango, dove potrete attingere maggiori informazioni e sfiziose curiosità.

Timothée de Fombelle è l’autore di Vango, è nato a Parigi nel 1973 e ha fatto per molti anni il professore di lettere, per poi dedicarsi al teatro. Oltre a Vango, ha firmato un altro romanzo di grande successo: Tobia. Un millimetro e mezzo di coraggio , pubblicato sempre  con Edizioni San Paolo.

Dai 12 anni in su.

Vango. Un principe senza regno , Timothée de Fombelle, Edizioni San Paolo, 2012.

© Riproduzione Riservata

Commenti