Turchia e rivolte globali: 5 libri per capire

Primavere arabe, Occupy, Indignados: una selezione di saggi per districarsi fra le ribellioni dal basso

Istanbul, manifestazione nei pressi di Gezi Park – Credits: GURCAN OZTURK/AFP/Getty Images

Redazione

-

I fatti di piazza Taksim e del vicino parco Gezi (ma anche le manifestazioni in Brasile a contorno della Confederations Cup) hanno riportato sotto i riflettori un fenomeno sempre più frequente, negli ultimi anni: quello delle ribellioni dal basso. Al netto delle differenze, il filo comune sembra essere la mobilitazione contro le crescenti ingiustizie economiche e sociali e la richiesta di una maggiore partecipazione alla gestione dello stato. Ecco cinque libri per approfondire l'argomento.

Global revolution – di Luca Taddio (Mimesis)
Agile saggio che propone un'analisi di quello che è a tutti gli effetti un aspetto inedito della globalizzazione: reti autonome di cittadini che sfidano gli assetti del potere e che riuniscono in un unico fenomeno sociale realtà apparentemente lontane come i giovani egiziani di Tahrir, gli Indignados spagnoli e Occupy Wall Street.

Movimenti – Pino Casamassima (Sperling & Kupfer)
L'intento dell'autore è allargare lo sguardo a tutti i movimenti di contestazione che hanno attraversato gli ultimi decenni di storia italiana. Dal punk di fine anni Settanta ai No Global, dagli Indiani metropolitani alla Pantera e all'Onda: un quadro eterogeneo che fornisce una lettura parallela delle vicende politiche e sociali d'Italia.

Twitter e le rivoluzioni – Giovanna Loccatelli (Editori Riuniti)
Con lo sguardo puntato sulle rivolte di Tunisia, Egitto e Libia, l'autrice esplora l'impatto del social network sulle primavere arabe e lo sguardo inedito che i tweet ci hanno consegnato sulle manifestazioni. L'appendice è dedicata a un documento esclusivo: il manifesto organizzativo dei giovani egiziani.

La primavera araba – a cura di Michela Mercuri e Stefano Maria Torelli (Vita e Pensiero)
Attraverso il contributo di diversi studiosi si analizzano le origini e gli effetti immediati delle rivolte che stanno cambiando il Medio Oriente, tentando anche di tracciare alcune ipotesi sui loro esiti futuri, che sembrano tutt'altro che scontati.

Indignados – Enrique Dussel (Mimesis)
Il filosofo argentino Dussel approfondisce le radici filosofiche e storiche di un'indignazione che è diventata fenomeno d'attualità, ma che affonda le radici in una cultura millenaria e in un sistema di pensiero di matrice latina (nel senso di sudamericana).

----------------------------------

Global revolution – di Luca Taddio (Mimesis)
Movimenti – Pino Casamassima (Sperling & Kupfer)
Twitter e le rivoluzioni – Giovanna Loccatelli (Editori Riuniti)
La primavera araba – a cura di Michela Mercuri e Stefano Maria Torelli (Vita e Pensiero)
Indignados – Enrique Dussel (Mimesis)

© Riproduzione Riservata

Commenti