Redazione

-

Inaugura questa sera, 27 aprile, presso Forma Meravigli a Milano, la prima mostra fotografica di Teju Cole, scrittore statunitense di origini nigeriane, fotografo e critico fotografico per The New York Times Magazine.

Intitolata Punto d’ombral'esposizione - presentata in anteprima internazionale - propone una selezione di 70 immagini accompagnate dai relativi testi d'autore del romanziere di fama internazionale, che ha esordito in Italia nel 2013 con Città aperta (Einaudi).

875588

Un  dettaglio metropolitano, l'interno di un hotel, una persona qualunque, un albero: queste ed altre fotografie, scattate da Cole nella sua vita quotidiana, sono accostate alle sue parole che, come nelle pagine di un diario visivo, offrono una riflessione, un ricordo o una piccola storia, accompagnando il visitatore nei viaggi e nelle peregrinazioni dello scrittore in giro per il mondo, offrendo riflessioni su temi evocativi come quello della memoria e del "guardare".

"Una strada non è solo la superficie asfaltata, i palazzi ai lati, le  macchine veloci o lente, la gente intorno a te. È anche il modo in cui tutte quelle cose sono in relazione, come si compongono e ricompongono. Appena alcuni elementi si allontanano dal campo visivo, altri diventano visibili: tu ti muovi, le macchine si muovono, altre persone si muovono, persino il sole si sta muovendo lentamente, e in mezzo a tutto questo movimento multidimensionale devi decidere quando premere l'otturatore, decidere quale di questi istanti mutevoli è più interessante degli altri. Un secondo prima, non è ancora successo. Un secondo dopo, se ne è andato per sempre, irrecuperabile." [Teju Cole]

Il progetto Punto d’ombra di Teju Cole prende forma anche nel libro omonimo, pubblicato da Contrasto per la collana In parole, di cui vi proponiamo di seguito il booktrailer


Punto d’ombra
Fotografie di Teju Cole
A cura di Alessandra Mauro
28 aprile – 19 giugno 2016 
Forma Meravigli
Via Meravigli 5 Milano

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

5 cose da sapere sullo scrittore Teju Cole

L'autore nigeriano, di casa a New York, si racconta

Commenti