‘Il segreto del santuario’ di Ted Dekker, un avvincente thriller carcerario

Torna il sacerdote killer, stavolta alle prese con la propria redenzione nell’inferno di un penitenziario da incubo

il cimitero dei vangeli segreti

Il cimitero dei vangeli segreti, di Ted Dekker. Un particolare della copertina. – Credits: Newton Compton

Andrea Bressa

-

Autore da 5 milioni di copie, Ted Dekker è tornato in scena con una ricetta che gli ha già dato ottimi risultati. Nel suo ultimo Il segreto del santuario ritroviamo Danny Hansen, il prete killer votato all’eliminazione fisica del male nel mondo, già incontrato nel Il cimitero dei vangeli segreti (entrambi editi da Newton Compton).

Solo che questa volta l’ex soldato bosniaco e ormai ex sacerdote è in carcere a scontare l’ergastolo per i due omicidi che ha confessato, anche se di morti ne ha lasciati sul campo molti di più. Questi i motivi del suo costituirsi: la decisione di redimersi e pagare le proprie colpe, e coprire Renee Gilmore, la sua amata complice.

Il penitenziario in cui Danny è recluso, però, non è una normale prigione. È soprannominato "il Santuario", sia per la particolare architettura, che per il velo di sacrale mistero che sembra avere. Lo scopo dichiarato di questo istituto è quello di ricondurre i soggetti "devianti" sulla retta via, riuscendo dove il normale sistema carcerario statunitense sembra fallire. Ma al mondo esterno non è dato sapere quali siano i reali mezzi utilizzati lì dentro.
A governare il Santuario c’è un misterioso quanto diabolico direttore che, come un burattinaio, muove i fili dei reclusi. E sembra che sia proprio Danny, il prete, la pedina preferita dal direttore, il quale cerca in tutti i modi di provocarlo, sfidando la sua decisione di scontare la pena e ricominciare una vita senza l’utilizzo della violenza.

Fuori dalle mura del carcere anche Renee ha i suoi guai, rappresentati da oscure minacce rivolte sia a lei che al suo amato ergastolano, alle quali risponde ricorrendo all’aiuto di un ex detective, anch’egli in qualche modo legato ai due. Una misteriosa figura sembra infatti decisa ad annientare i protagonisti, giocando con il loro passato finora tenuto ben nascosto.


E così, nonostante gli sforzi per mantenersi coerente con la propria decisione di non cedere alla violenza, Danny, messo sotto pressione dalle torture e dall’ingiustizia, a un certo punto non può che scatenare la sua letale vocazione.

Il segreto del santuario è un efficace thriller carcerario da leggere d’un fiato. Anche se si tratta di un seguito, funziona bene autonomamente, nonostante la partenza un po’ lenta dettata dalla necessità di tirare le fila di ciò che è successo “nelle puntate precedenti”. Ma una volta passate le premesse, il romanzo si fa via via sempre più accattivante, saltando a capitoli alterni dalla dura lotta di Danny nel Santurario ai tentativi di Renee di salvare se stessa e il suo amato.

-------------------------

- Il segreto del santuario – Ted Dekker (Newton Compton)
- Il cimitero dei vangeli segreti – Ted Dekker (Newton Compton)

© Riproduzione Riservata

Commenti