"Tech and the city" di Maria Teresa Cometto e Alessandro Piol

Un libro dedicato ai giovani (e meno giovani) italiani che vorrebbero creare la loro start-up

Una giornalista e un venture capitalist italiano trapiantato a New York raccontano l’effervescenza creativa della città americana, diventata negli ultimi anni la nuova mecca delle start-up. Il libro è basato su 50 interviste con i protagonisti della comunità tecnologica della Grande mela e racconta come il boom è nato e si è evoluto, quali sono le idee di business più interessanti e quelle in rampa di lancio nel 2013. Un aiuto importante anche per chi è giovane e cerca finanziatori.
Perché leggerlo
Il libro è dedicato ai giovani (e meno giovani) italiani che vorrebbero creare la loro start-up. Magari senza bisogno di traslocare a New York. La ricetta, infatti, è applicabile anche in Italia, dato che quello che è successo nella Grande mela può accadere ovunque. Sempre che la politica se ne renda conto.

Tech and the city di Maria Teresa Cometto e Alessandro Piol
(Guerini, 253 pagine, 22 euro)

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti