Storie dalla vita di un grande neurochirurgo

Dopo oltre 13.500 interventi sul cervello, Giulio Maira ha scritto "Ti regalo le stelle": cento episodi e ricordi di un'esistenza dedicata ai pazienti

Maira

Giulio Maira con la moglie Carla

Maurizio Tortorella

-

Quando un neurochirurgo che ha operato presidenti della Repubblica e artisti , ma anche oltre 13.500 malati di ogni età e latitudine, decide di raccontare la sua vita, può uscirne un piccolo capolavoro esistenzial-sentimentale.

È il caso del libro ''Ti regalo le stelle'' (Sedizioni, Diego Dejaco Editore, 191 pagine, 20 euro) scritto da Giulio Maira, neurochirurgo dell'Istituto clinico Humanitas di Milano, docente di neurochirurgia al campus bio-medico di Roma e neurochirurgo anche della Città del Vaticano.

Per molti anni Maira ha operato e insegnato al Policlinico Gemelli di Roma. Profondamente religioso, il medico ha  autore di 327 pubblicazioni scientifiche.

Tra i suoi pazienti celebri, Maira ha avuto Oscar Luigi Scalfaro, Giulio Andreotti, Francesco Cossiga,  Giancarlo Menotti. Nel libro, il medico ricorda però anche e soprattutto alcuni suoi giovani malati: ragazzi che hanno combattuto contro gravissimi tumori cerebrali, spalleggiati da famiglie composte e coraggiose.

Scrive nella prefazione Lamberto Maffei, presidente dell'Accademia nazionale dei Lincei: "'In Giulio Maira c'è come un continuo ringraziamento per quello che vede, per quello che legge, per quello che fa, un 'cantico delle creature' che sorge spontaneo dalla sua anima".

''Anni fa" racconta a sua volta Maira "sono stato da Madre Teresa di Calcutta, e ho visto molta sofferenza. Ma con gli anni mi sono reso conto che Calcutta è nelle case di chiunque si ammali di una malattia grave. Calcutta è anche a Roma; il dolore è uguale dappertutto''.

Nel 2001, per dare maggiore impulso alla ricerca scientifica, Maira ha anche fondato Atena Onlus, una fondazione impegnata a promuovere la ricerca nel campo delle neuroscienze, cui si è dedicata con grande impegno anche sua moglie, Carla Maira. Gli utili del libro saranno devoluti da Maira proprio alla fondazione.


© Riproduzione Riservata

Commenti