"Storia della Shoah" di Georges Bensoussan

In un libro l'analisi storica del genocidio nazista, che fallì nel suo obiettivo: togliere dalla faccia della Terra il popolo ebraico

Credits: Rex, Olycom

Lo stato europeo si fonda su tradizione e razza. Due valori che non hanno nulla in comune e addirittura fanno a pugni con i valori fondanti dell’ebraismo. Che sono ragione ed erranza. La persecuzione degli ebrei fonda le sue radici sul concetto di stato: è questo l’assunto che guida Georges Bensoussan, storico e direttore della Revue d’histoire de la Shoah, in questa analisi storica del genocidio nazista, che fallì nel suo obiettivo: togliere dalla faccia della Terra il popolo ebraico.
Perché leggerlo
Lo sterminio di 6 milioni di ebrei tra il 1939 e i 1945 non chiude i conti con la tragedia della Shoah. I nazionalismi dell’Europa degli anni Trenta e l’ideologia nazista rappresentano solo l’humus terribilmente fertile che ha fatto esplodere la Shoah in tutta la sua drammaticità.

Storia della Shoah di Georges Bensoussan
(Giuntina, 162 pagine, 12 euro)

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti