Robin Sloan, Il segreto della libreria sempre aperta

Una romanzo che parla di libri, carta e tecnologia e che nasconde il segreto di un best seller

Il segreto della libreria sempre aperta (Dal sito www.ilsegretodellalibreria.com)

Antonella Sbriccoli

-

"Libri: noiosi! Codici: fighi! Ecco che razza di gente controlla internet".
(Robin Sloan, Il segreto della libreria sempre aperta)

Prendi un ebook. Trasportalo in una strana libreria aperta 24 ore al giorno e che di notte viene frequentata da clienti alquanto insoliti. Mescola Internet e il potere della ricerca di Google con i caratteri tipografici di Aldo Manuzio. Aggiungi un po' suspense da cospirazione degna di Dan Brown, codici da decifrare e misteri da svelare. Il risultato è Il segreto della libreria sempre aperta, romanzo d’esordio del brillante nerd americano Robin Sloan.

Il dosaggio di questi ingredienti rivela anche un altro segreto: quello del portentoso successo ottenuto da questa storia negli Stati Uniti. Pubblicato come "short story" nel 2009 in versione ebookIl segreto della libreria sempre aperta viene notato da un importante editore. Segue nel 2012 la pubblicazione su carta della versione "romanzo" e il libro prende il via: molto apprezzato dai lettori, per innumerevoli settimane è tra i Best seller del New York Times. Viene scelto come volume simbolo dalle librerie americane indipendenti e diventa il libro del mese su Amazon.

Le ragioni di tanto successo sono dovute all’originalità della storia, non inquadrabile in un genere letterario, ma anche all’ironia e all'acume con cui Sloan riesce a coinvolgere il lettore. Il protagonista del libro è Clay Jannon, un simpatico giovane disoccupato con il pallino della tecnologia. Viene assunto per il turno di notte nel negozio del Signor Penumbra: uno strano individuo, proprietario di una piccola libreria di Los Angeles, sempre aperta e dall’aria abbastanza equivoca. Mentre tenta di far crescere il numero delle scarsissime vendite organizzando campagne pubblicitarie su Google, il novello libraio si rende conto che quelli più richiesti non sono volumi “normali”, ma tomi in codice, pieni di enigmi da decifrare. La sua missione diventerà svelare il mistero che si nasconde dietro a questi testi. Clay si lancerà in mirabolanti avventure, accompagnato da una quasi fidanzata che lavora in Google (e che non a caso si chiama Kate Potente), amici super tecnologici e trovate avveniristiche, come l’utilizzo di uno scanner per libri fatto di cartone e brevettato da un misterioso hacker. Per svelare l'enigma, questi simpatici nerd sfrutteranno tutte le risorse tecnologiche possibili e si renderanno conto che, per avere la meglio, i mondi on e off line vanno combinati tra loro.

Un libro pieno di personaggi originali e divertenti, di codici antichi e algoritmi futuribili. Molto "internettiano" nel modo di concepire la collaborazione e l'amicizia tra le persone, ma anche capace di affrontare in maniera imparziale il bene e il male del binomio libri e tecnologia. Senza dimenticare mai che il motore di tutto è l'amore per le storie che unisce i lettori. Leggendolo, i bibliofili appassionati di web ritroveranno le loro idee in alcune frasi che si scambiano i protagonisti. I più tradizionalisti sostenitori del libro di carta si accorgeranno, invece, che un po' di tecnologia non può che far bene all'editoria tradizionale. Entrambi arriveranno alla fine sorridendo, travolti da un'ondata di positività.

@antotris

 
© Riproduzione Riservata

Commenti