Blain e Lanzac, 'I segreti del Quai d'Orsay': i retroscena della diplomazia a fumetti

Piccole e grandi crisi internazionali, viste dall'interno del ministero degli esteri francese

Dettaglio della copertina di 'I segreti del Quai d'Orsay' - Credits: Christophe Blain e Abel Lanzac, Coconino Press - Fandango

Serena Di Virgilio

-

Dalle scaramucce con i confinanti alla guerra su scala globale: la vita quotidiana di chi fa la diplomazia internazionale è piena di tensioni e colpi di scena.
Entriamo al Quai D'Orsay, il ministero degli esteri francese, seguendo Arthur, il cui nuovo lavoro è "il linguaggio", ovvero la preparazione dei discorsi ufficiali. In un turbine di scene fulminanti e ilari, conosceremo insieme a lui il ministro, carismatico ed energico, il suo staff di addetti e consiglieri, e le interazioni e negoziazioni che stanno dietro ogni decisione e dichiarazione.

quaidorsay_01_emb8.jpg

"I segreti del Quai d'Orsay. Cronache diplomatiche" è un'opera di Christophe Blain, noto disegnatore e fumettista francese, e Abel Lanzac, pseudonimo di qualcuno che ha effettivamente lavorato al ministero.
Sia il volume 1 che il volume 2 sono pubblicati in Italia da Coconino Press - Fandango . Laddove il primo è un affresco della realtà di tutti i giorni della vita lavorativa all'interno del ministero, il secondo narra il particolare momento in cui la Francia si oppone alla volontà degli Stati Uniti d'America di iniziare una guerra in medio oriente, ricalcando le vicende storiche di una decina di anni fa.

quaidorsay_02_emb8.jpg

Il racconto è evidentemente di prima mano, acuto, fresco e divertentissimo, e mette in evidenza la complessità non solo dell'opera di diplomazia, ma prima di tutto dei suoi retroscena. Come in ogni ufficio, i rapporti tra colleghi possono essere professionali, spietati o meschini, e la presenza di un capo retorico e volubile non rende sicuramente la vita facile a nessuno.
Blain riesce a caratterizzare graficamente tanto i personaggi quanto gli ambienti in maniera veramente efficace, trasmettendo tutti i contrasti tra i sottoposti e i loro affollati uffici e le monumentali stanze ufficiali del ministro.
Ed è proprio quest'ultimo, Alexandre Taillard de Vorms (ispirato a Dominique de Villepin ) la figura più memorabile, con la sua presenza fisicamente imponente e sempre in movimento, i gesti ampi e plateali che riempiono le vignette, i comportamenti e i modi di dire che diventano tormentoni tanto per i suoi collaboratori che per il lettore.

quaidorsay_03_emb8.jpg

I segreti del Quai d'Orsay. Cronache diplomatiche è un'opera entusiasmante che ha vinto premi in Italia a Lucca Comix e in patria al Festival di Angoulême . Il volume 1 e volume 2 sono libri brossurati a colori di 104 pagine, pubblicati in Italia da Coconino Press - Fandango che li propone a 18,50 Euro ciascuno.

Nota: tutte le immagini sono copyright di Christophe Blain e Coconino Press.

Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella stesura dell'articolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti