Libri

San Valentino, 3 libri per chi non lo festeggia

Come passare la festa degli innamorati in modo alternativo, leggendo Benni, Cioran e Publio Ovidio Nasone

san-valentino-soli

Andrea Bressa

-

L'amore è l'asse portante di una grande fetta della letteratura mondiale. Migliaia e migliaia di pagine sono state scritte per celebrarlo, fra romanzi, racconti e tante poesie.

Viva San Valentino? In realtà c'è chi è completamente indifferente alla festa degli innamorati, single o impegnato che sia. C'è anche chi non ne vuole sentire nemmeno parlare, che sia per un'aperta contestazione al carattere più materialistico e venale dell'evento o perché magari si sente turbato da qualche tipo di nostalgia, rimorsi o rimpianti legati ad amori passati.

Ecco dunque qualche titolo da leggere o regalare, per chi alla festa degli innamorati non può o non vuole festeggiare.

prima-o-poi-l-amore-arriva-benni-feltrinelli-copertina

Copertina di 'Prima o poi l'amore arriva', di Stefano Benni

Prima o poi l'amore arriva, di Stefano Benni

Un piccolo gioiello di spensierato divertimento firmato da Stefano Benni. Una raccolta di poesie leggere che ruotano attorno alle manifestazioni dell'amore. Brevi racconti in versi costruiti con tanta ironia, qualche illuminante sprazzo di realismo e una giusta dose di romanticismo che non scade mai nello stucchevole.

Prima o poi l'amore arriva
di Stefano Benni
(Feltrinelli)
134 pagine


per-nulla-al-mondo-thoma-pitagora

Copertina del libro 'Per nulla al mondo. Un amore di Cioran', di Friedgard Thoma – Credits: La scuola di Pitagora

Per nulla al mondo. Un amore di Cioran, di Friedgard Thoma

Sembra quasi assurdo poter accostare Cioran all'amore, eppure anche il più scettico dei filosofi dello secolo scorso ha sperimentato il reale struggimento per una condizione esistenziale concreta e coinvolgente come la passione del cuore. Questo libro raccoglie gli scambi epistolari tra un Cioran in tarda età e una giovane professoressa tedesca di nome Friedgard Thoma. I due si scambiarono numerose lettere nei primi anni Ottanta, e si incontrarono diverse volte. L'intellettuale rumeno arrivò a scriverle “Lei è diventata il centro della mia vita, la dea di uno che non crede in nulla, la più grande felicità e sventura che mi sia capitata”.

Per nulla al mondo. Un amore di Cioran
di Friedgard Thoma
(La scuola di Pitagora)
140 pagine


rimedi-contro-l-amore-ovidio-marsilio

– Credits: Marsilio

Rimedi contro l’amore, di Publio Ovidio Nasone

Il vate dell’amore per eccellenza non ha solo insegnato l’arte amatoria, ma ha anche provveduto a metterci in guardia dalle conseguenze negative, che, si sa, sono profondamente dolorose. In quest’opera sono raccolti 400 distici elegiaci per resistere all’amore o liberarsene. Come un medico, il poeta prescrive ricette e antidoti per combattere le malattie dell'anima.

Rimedi contro l'amore
di Publio Ovidio Nasone
(Marsilio)
178 pagine


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

San Valentino 2018: i meme più irriverenti

Sui social ironia e cinismo si sostituiscono al romanticismo di maniera che domina il 14 febbraio

5 libri da leggere a febbraio 2018

Davide Pinardi, Fabrizio Raccis, Paolo Foschi, Lorenzo Bartolini e Valeria Luiselli: i nostri consigli di lettura del mese

10 libri sulle più grandi passioni d'amore della storia

Vite raccontate attraverso lettere d'amore inedite, vite raccontate dai testimoni di queste passioni amorose

Commenti