Russell Banks: "La deriva dei continenti"

Il sogno americano raccontato senza retorica

Un particolare della copertina del libro – Credits: Ufficio Stampa

Gigi Radice

-

Bob Dubois parte dal New Hampshire dove vive riparando fornelli. Vanise Dorsinville arriva invece da Haiti, scappango dalla povertà con un figlio neonato e un nipote.

Due storie, di miseria e immigrazione, che cercano di realizzare il sogno americano al sole della Florida: ingiustizia e violenza sono il leit motiv di entrambi i viaggi e tolgono ogni retorica ai falsi miti, mentre il ritmo della narrazione riesce a coniugare la durezza della quotidianità alla poetica dei sentimenti.

Questo libro di Russell Banks ha 27 anni e non li dimostra. Pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 1985 analizza gli sconvolgimenti di una società in profonda trasformazione tra immigrazione, globalizzazione e l’impoverimento delle relazioni umane generato dalla crisi. Non solo economica.

Russell Banks
La deriva dei continenti
Einaudi, pag.496, 19,50 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti