Libri

Riscoprire Goliarda Sapienza, con 'La porta della gioia'

Una toccante biografia dedicata alla grande scrittrice e attrice, per riscoprirne l'opera e il pensiero a vent'anni dalla morte

goliarda-sapienza-la-porta-della-gioia

Andrea Bressa

-

Alcuni protagonisti della letteratura e della cultura subiscono un oblio immeritato, che si conclude solo dopo molti anni, e talvolta, purtroppo, dopo la loro morte. È ciò che è accaduto a Goliarda Sapienza, una delle voci femminili più profonde nella storia letteraria italiana, la cui vita è raccontata magistralmente in un libro di recentissima uscita intitolato Goliarda Sapienza. La porta della gioia, realizzato da Giovanna Providenti ed edito da Nova Delphi.

Si tratta di un lungo e completo racconto biografico basato su un'accurata ricerca d'archivio, presentato però in una forma che può facilmente essere accostata al romanzo. Come del resto romanzesca è stata la vita di Goliarda Sapienza.

Giovanna Providenti ci guida in un percorso che procede per istantanee, parlandoci di Goliarda lungo tutte le tappe più importanti della sua travagliata vita, dall'infanzia in Sicilia (è nata a Catania nel 1924), passando agli anni romani all'Accademia di arte drammatica. Sono tanti e approfonditi gli aneddoti che riguardano il rapporto con il suo più grande amore, il regista Citto Maselli, con il quale ha convissuto umanamente e artisticamente per moltissimi anni. Hanno il loro posto in questa biografia anche i tragici tentativi di suicidio, l'esperienza del carcere e, infine, la morte solitaria a Gaeta, nel 1996.

Una vita intensa, durante la quale ha lavorato come attrice per registi della levatura di Luchino Visconti e Alessandro Blasetti, preferendo però la carriera di scrittrice. Il suo primo romanzo è del 1967, Lettera aperta (Sellerio), incentrato sulla sua infanzia siciliana. Ma il suo lavoro più celebre è certamente L'arte della gioia (Einaudi), pubblicato per intero solo dopo la sua morte. Un'opera riscoperta solo recentemente grazie ai francesi, che lo hanno eletto “libro dell'anno” nel 2005, spingendo i nostri editori a una ripresa di interesse per Goliarda Sapienza.

La porta della gioia è un lavoro commovente, capace di far sentire il lettore come se fosse davvero seduto in un bar accanto a Goliarda, osservandola scrivere, ridere, riflettere, arrabbiarsi, fumando sigarette e bevendo un caffè dietro l'altro. Il racconto si dipana attraverso salti temporali e numerosi dialoghi, per lo più inventati, ma che riescono nell'intento di riportare in vita i pensieri e le riflessioni di Goliarda Sapienza.

Il volume è arricchito da un'interessante intervista di Isabella Borghese a Valeria Golino, attrice che nel 1986, appena ventenne, ebbe modo di conoscere la Sapienza durante le riprese di Storia d'amore di Citto Maselli.

---------------------

Goliarda Sapienza. La porta della gioia
di Giovanna Providenti
(Nova Delphi)
224 pagine

Compra il libro


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tiro al piccione: 3 cose da sapere sull'autobiografia di John Le Carré

L'autore de 'La spia che venne dal freddo' si confessa nel suo primo memoir, parlando di scrittura, famiglia e del suo passato di 007

John E. Williams: il successo di 'Stoner' e degli altri romanzi dimenticati

Ecco perché una delle migliori scoperte letterarie degli ultimi due anni arriva dagli anni Cinquanta

Commenti