"Prima pagina" di Bruna Magi, storia di eros e giornalismo

Un romanzo dalla scrittura audace, una relazione di desiderio e sms tra una donna anticonformista e un direttore spregiudicato

Particolare della copertina di "Prima pagina" – Credits: Bietti

Simona Santoni

-

Spesso arrabbiata seppur incline al sorriso, fieramente controcorrente per necessità e non per moda, Angelina Felix è la giornalista quarantenne protagonista di Prima pagina (edizioni Bietti), romanzo di Bruna Magi, opinionista di Libero. La copertina che stilizza un corpo nudo femminile su ritagli di pagine di quotidiani è uno stuzzicante preludio.

Single dopo un secondo matrimonio fallito, sola piuttosto che a braccetto con compromessi, tutt'altro che femminista, Angelina ha anche volontariamente messo da parte il sesso. Ma quando incontra Luca Falco, piacente e spregiudicato direttore del Corriere del Nord, sposatissimo e contornato da amanti, il suo proposito sembra destinato a sciogliersi presto. Sul filo di una scrittura tutt'altro che reticente, audace e cristallina, vivremo il balletto di avvicinamenti e dietro-front tra Angelina e Luca, in un erotismo pulsante e crescente a suon di sms e telefonate che lievitano il piacere dell'attesa. "Il tremito è salito lungo le gambe, sino ad arrivare lì, proprio in mezzo all'inguine", "nel profondo della vagina": lo scambio di provocazioni tra i due reporter li fa vibrare di desiderio. Luca, il seduttore che trasforma ogni giornale in oro, nel confronto con Angelina usa il cellulare "come una prolunga del suo pene".

Intanto conosciamo meglio Falco, arrampicatore sociale che agli occhi di Angelina sembra un Georges Duroy dell'era di Internet, il giornalista manipolatore autore di una travolgente scalata al successo nella Parigi del XIX secolo in Bel Ami di Guy de Maupassant. Ma respiriamo anche l'atmosfera del Festival di Cannes vissuto da Angelina in prima linea, la tenzone amorosa a colpi di articoli, citazioni di film non a caso dalle complicate trame sentimentali, da Unfaithful - L'amore infedele con Richard Gere e Diane Lane a Jules e Jim di François Truffaut.

Ma... "i soli veri piaceri sono quelli inaspettati", scriveva lo scrittore spagnolo Joan Fuster. E così, per Angelina e per il lettore, il piacere arriverà nella maniera più inaspettata.

Prima pagina
di Bruna Magi
Edizioni Bietti
175 pagg., 14 euro

prima-pagina_emb4.jpg
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

"Sessualità e amore": come rispondere alla curiosità dei bambini?

Gianfranco Trapani e Stefania Piloni, un pediatra e una ginecologa, corrono in soccorso dei genitori, dando una risposta concreta ai dubbi, alle difficoltà e alle insicurezze che gli adulti spesso hanno nell'affrontare questo tema con i bambini

Sesso e amore in "Milano Forte e Piano 3"

Una Milano come non l’avete mai letta, una Milano sotto le lenzuola, ma non solo.

Commenti