Premio Strega 2013: i 12 libri finalisti

Da Aldo Busi a Paolo Di Paolo, passando per Gaetano Cappelli e Matteo Cellini, ecco una panoramica dei titoli in corsa per il prestigioso premio

aldo-busi-premio-strega

Lo scrittore Aldo Busi, tra i finalisti del Premio Strega con il romanzo El specialista de Barcelona – Credits: ANSA

Andrea Bressa

-

Venerdì 10 maggio ci sarà la presentazione ufficiale dei dodici candidati al Premio Strega 2013. Ma i loro nomi sono comunque già stati annunciati, così come i titoli delle opere in gara.

Ecco quindi la lista completa dei libri in concorso.

Apnea – Lorenzo Amurri (Fandango)
Sciando con la fidanzata, Lorenzo ha un incidente per il quale rimane paralizzato dai capezzoli in giù. Dalle terapie ai lunghi mesi di riabilitazione, fino al reinserimento in un mondo che improvvisamente si è fatto più irraggiungibile: è questo il contenuto del toccante romanzo autobiografico di Amurri, in cui racconta, con una buona dose di autoironia, il suo difficile e lento ritorno alla vita, il suo risalire in superficie dopo la profonda apnea.

El specialista de Barcelona – Aldo Busi (Dalai editore)
Il ritorno alla narrativa di Aldo Busi è rappresentato da questa storia ambientata nella Spagna contemporanea, in cui due figure opposte fanno da protagoniste: da una parte “lo Scrittore” che vuole dimenticare il passato in una forma di oblio programmatico, e dall’altra “l’Especialista”, pittoresco professore universitario circondato da una famiglia fuori dalle righe. L’incrocio delle due vite è la spina dorsale del romanzo.

Romanzo irresistibile della mia vita vera – Gaetano Cappelli (Marsilio)
Può capitare che una donna amata in un lontano passato di giovinezza e mai più rincontrata possa di nuovo sconvolgere la vita di un uomo, anche dopo più di trent’anni. Questo accade nel romanzo di Cappelli, ambientato in un suggestivo e selvaggio Sud Italia, in cui il protagonista Giulio Guasso, divenuto scrittore proprio per “lei”, ritrova l’amore perduto.

Cate, io – Matteo Cellini (Fazi)
Caterina è una ragazza di diciassette anni, obesa in una famiglia di obesi, che ogni mattino si alza con la consapevolezza di dover combattere una dura e personalissima guerra. Fuori dalle mura di casa ha un solo modo per sopravvivere di fronte al resto del mondo: l’autoironia feroce, “l’essere il paragone che salva”. Caterina vive a testa alta nella società ostile. È una supereroina il cui potere segreto è molto semplice: l’intelligenza.

Sofia si veste sempre di nero – Paolo Cognetti (Minimun Fax)
Si tratta di un romanzo di formazione dalla struttura. Cognetti ha usato la tecnica del cut up narrativo, raccogliendo dieci appassionanti racconti attraverso i quali de-costruisce l’universo di un’inquieta figlia unica appartenente alla piccola borghesia lombarda di fine anni Settanta.

Mandami tanta vita – Paolo Di Paolo (Feltrinelli)
È un libro sull’incanto, il rischio e la fatica di essere giovani, ambientato nella Torino degli anni Venti, e dedicato al grande Piero Gobetti. Moraldo, studente di filosofia, ammira il coetaneo Piero: alto, magro, già fondatore a ventiquattro anni di riviste, di una casa editrice e fortemente attivo contro la deriva autoritaria italiana. Moraldo spia Piero, per imitarlo, per riuscire a farselo amico, ma fallisce ogni tentativo. Nelle sue riflessioni e attraverso i suoi occhi si delinea la figura di un grande del Novecento.

Il cielo è dei potenti – Alessandra Fiori (e/o)
Protagonista è Claudio Bucci, un ex uomo politico della Prima Repubblica, che si guarda indietro ricordando la propria carriera. Il bisogno di raccontare le sue ambizioni, i suoi sogni e la difficile ascesa al potere si trasforma in una panoramica sulle dinamiche dei partiti, sui i meccanismi delle correnti e dei congressi. Tra protettori e compari, favori e compromessi.

Atti mancati – Matteo Marchesini (Voland)
Ambientato a Bologna, questo libro parla di Marco, trentenne diviso tra il giornalismo e la scrittura di un romanzo infinito. Vive una solitudine ostinata, almeno fino alla riscoperta di Lucia, la sua ex di qualche anno prima. Questa costringe Marco a uscire dal suo isolamento e a volgere uno sguardo al passato, innescando un meccanismo di guarigione che lo porterà di nuovo a vivere pienamente.

Le colpe dei padri – Alessandro Perissinotto (Piemme)
Il torinese Guido, 46 anni, è un dirigente di una multinazionale, compagno di una donna bellissima e più giovane: sembra che la sua vita non possa fermare la sua ascesa. Almeno fino a un incontro imprevisto che gli cambierà il destino. Da quel momento si insinua in Guido il dubbio che da qualche parte possa esistere un suo sosia, un gemello dimenticato. La cosa lo angoscia a tal punto che inizia una rovinosa caduta esistenziale, verso un baratro che lo costringerà ad accettare l’inaccettabile.

Figli dello stesso padre – Romana Petri (Longanesi)
Germano ed Emilio hanno due madri diverse, ma uno stesso padre. I due si rivedono dopo anni di silenzio, ritrovandosi tanto diversi quanto simili nell’amore impossibile per il loro genitore, Giovanni, una figura passionale, egocentrica e possente, che ha abbandonato le loro madri, così come tutte le altre donne che ha avuto.

Resistere non serve a niente – Walter Siti (Rizzoli)
Protagonista del romanzo di Siti è la zona grigia che sta tra criminalità e finanza, con broker senza scrupoli, politici doppiogiochisti e corrotti, banchieri accondiscendenti e malavitosi laureati in Scienze economiche. Attraverso il gioco letterario l’autore offre un ritratto ravvicinato di uno dei peggiori cancri della nostra contemporaneità.

Nessuno sa di noi – Simona Sparaco (Giunti)
Luce e Pietro sono in ambulatorio per fare una delle ultime ecografie prima del lieto evento. La coppia è felice: finalmente dopo anni di tentativi è arrivato un bambino. Ma il piccolo Lorenzo, dallo schermo della ginecologa, sembra troppo “corto”, ha qualcosa che non va. Il mondo di Luce e Pietro si lacera in un soffio, posti di fronte a un bivio pesante come il piombo.

---------------

- Apnea – Lorenzo Amurri (Fandango)
- El specialista de Barcelona – Aldo Busi (Dalai editore)
- Romanzo irresistibile della mia vita vera – Gaetano Cappelli (Marsilio)
- Romanzo irresistibile della mia vita vera – Gaetano Cappelli (Marsilio)
- Cate, io – Matteo Cellini (Fazi)
- Sofia si veste sempre di nero – Paolo Cognetti (Minimun Fax)
- Mandami tanta vita – Paolo Di Paolo (Feltrinelli)
- Il cielo è dei potenti – Alessandra Fiori (e/o)
- Atti mancati – Matteo Marchesini (Voland)
- Le colpe dei padri – Alessandro Perissinotto (Piemme)
- Figli dello stesso padre – Romana Petri (Longanesi)
- Resistere non serve a niente – Walter Siti (Rizzoli)
- Nessuno sa di noi – Simona Sparaco (Giunti)

© Riproduzione Riservata

Commenti