Premio Andersen 2013, vince Donatella Bindi Mondaini

Il concorso internazionale per fiabe inedite si è concluso con la premiazione a Sestri Levante in occasione del festival Andersen. Da quest'anno presenti anche le fiabe in tweet

L'esibizione degli Avion Travel nella baia del silenzio di Sestri Levante

Matteo Politanò

-

La baia del silenzio, il rumore del mare. Centinaia di bambini a riempire il centro storico di Sestri Levante e un'infinità di eventi collaterali al Premio Andersen, il più importante in Italia dedicato alla letteratura per ragazzi. Lo scorso week end la cittadina del levante ligure è diventata teatro di laboratori per bambini e spettacoli teatrali, esposizioni e convegni, concerti e mercatini. Testimonial dell'edizione 2013 è stato lo scrittore e giornalista Mario Calabresi, direttore de La Stampa, tanti anche gli ospiti presenti al festival: da Antonella Ruggiero passando per gli Avion Travel. I migliori racconti sono stati premiati con la Sirefiaba Andersen, opera dell’artista Alfredo Gioventù che raffigura la Sirenetta protagonista della celebre fiaba di Hans Christian Andersen. 

Nella sezione adulti ha vinto Donatella Bindi Mondaini di Firenze con Il tempo delle Cicogne, secondo il giudizio della giuria «una fiaba tradizionale, con il carattere della contemporaneità dato dalla tematica affrontata, la malinconia della terza età in chiave poetica». La miglior fiaba in lingua straniera è stata scritta in francese, Le Cerisier de Mitsuru, scritto da Rosine Romain di Besançon e ambientato tra la Francia e il Giappone. Protagonista un bambino e il suo legame con una pianta di ciliegio. Infine il Trofeo della Baia delle Favole è stato consegnato a Laura Brettel, di Valleggia Quiliano (Savona), per il suo Piccole Mani

Nelle sezioni dei più giovani sono stati premiati: Scintilla, delicata storia di infanzia e natura, proposta dalla scuola dell’infanzia Paola di Rosa di Brescia per la sezione Scuola Materna. Per la sezione Bambini ha vinto l’allegra e coloratissima storia di Ciccio il Pagliaccio Innamorato, scritta dalla Classe Iª B della scuola primaria Carlo Palli di Genova Quarto ed è stato segnalato un componimento dal titolo molto impegnativo Nel nome di Dio, il Clemente, il Misericordioso elaborato dalla scuola primaria Marconi di Sestri Levante.

Infine ha vinto per la sezione ragazzi Il Lucidatore di Stelle, significativo per il racconto poetico ma realistico, oltre che efficacemente illustrato di un «papà che lavora in porto» e poi «vola tra le stelle». Della Classe Iª D della Scuola Secondaria Cantore di Genova. Sono stati poi proclamati i primi classificati tra i Tweet da favola: Rosa Tiziana Bruno, che ha vinto un soggiorno di due notti a Sestri Levante. Premiati per i loro originali componimenti, tutti rigorosamente in 140 caratteri anche Paolo Pugni, Simona Sgherri e Andrea Mitri, mentre Cristiana Bertolin ha avuto il Premio Speciale dell’Associazione 1 Caffè, dell’attore Luca Argentero.

Tweet da favola è stato la vera novità dell'edizione. L’idea del concorso su Twitter è nata dal proposito  di allargare ai social media, oggi parte integrante della nostra quotidianità, il mondo classico della narrativa. Un successo unico, con oltre 1400 tweet inviati. La partecipazione via internet è sempre più presente anche all’interno del concorso tradizionale, dove già dall’anno scorso i componimenti inviati via posta elettronica hanno superato quelli mandati 'su carta', per un totale che supera le 1.000 'fiabe inedite'.

I premi sono stati consegnati nel corso di una cerimonia condotta dall'attore Enrico Campanati, che ha visto la partecipazione del Sindaco di Sestri Levante Andrea Lavarello, di David Bixio, ideatore del Premio, del Vice-Sindaco Giorgio Calabrò, dell’Assessora alla Cultura Valentina Ghio, di Manuela De Nevi di Carispezia-Gruppo Cariparma Crédit Agricole, del Direttore Artistico di Andersen FestivalLeonardo Pischedda e di Enrico Passoni di BoccaccioPassoni. Dopo la premiazione le strade si sono colorate con l'entusiasmo di laboratori e spettacoli per bambini, un'atmosfera da paese dei balocchi che ha coinvolto un gran numero di curiosi giunti anche dall'estero e accomunati da una delle frasi più significative di Hans Christian Andersen: "La vita di per se è la favola più fantastica".

© Riproduzione Riservata

Commenti