Libri

'Origin': tre cose da sapere sul nuovo romanzo di Dan Brown

Ritorna il professor Langdon in 'Origin', ultima fatica dell'autore de 'Il codice da Vinci'. Un estratto in anteprima

Dan Brown

Andrea Bressa

-

A quattro anni di distanza da Inferno (Mondadori, 2013), il professor Robert Langdon, celebre personaggio letterario creato da Dan Brown, torna in un nuovo romanzo. Esce infatti il 3 ottobre Origin (in Italia per Mondadori), quinta avventura dell'esperto di simboli di Harvard, ancora una volta impegnato in un thriller che incrocia simboli, codici, enigmi, fede, storia e scienza.

origin-dan-brown-mondadori

Copertina di 'Origin', di Dan Brown – Credits: Mondadori

UNA STORIA AMBIENTATA IN SPAGNA

Dopo Roma e il Vaticano (in Angeli e demoni), Parigi (ne Il codice da Vinci), Washington (Il simbolo perduto) e Firenze (Inferno), Dan Brown ha scelto questa volta la Spagna per ambientare la sua storia, con Langdon impegnato a districare una complicata matassa di enigmi fra Barcellona, Madrid, Siviglia e Bilbao.

LA TRAMA

Robert Langdon è stato invitato al Museo Guggenheim di Bilbao per assistere a un importante evento, che promette di “cambiare per sempre il volto della scienza”. Chi lo ha organizzato è Edmond Kirsch, famoso miliardario quarantenne, ex allievo di Langdon e grande esperto di informatica. Kirsch, personaggio eccentrico, si è arricchito grazie a innumerevoli invenzioni legate alle tecnologie più avanzate, che hanno consentito di fare enormi passi avanti in campi come le neuroscienze, la robotica, le nanotecnologie e l'intelligenza artificiale. Non solo: la sua mente brillante e lo sguardo lungimirante gli hanno permesso di fare previsioni accuratissime sul futuro del progresso tecnologico, donandogli un'aura quasi mistica.

L'evento di Bilbao è forse un'ennesima prova della sua capacità di sguardo. Kirsch, infatti, sta per svelare una scoperta sconvolgente, capace di rispondere a due domande fondamentali che da sempre accompagnano l'essere umano: da dove veniamo? Dove andiamo?

Ma qualcosa va storto alla presentazione e tale scoperta, che mette a repentaglio ogni tipo di credenza e convinzione (soprattutto religiosa) rischia di essere perduta per sempre. Qualcosa o qualcuno non vuole che i risultati di Kirsch vengano resi noti. L'atmosfera si fa minacciosa e Langdon si vede costretto a fuggire da Bilbao, con l'intenzione di provare ad aiutare l'amico e far emergere la verità. Il professore è accompagnato da Ambra Vidal, direttrice del Museo che ha aiutato Kirsch a organizzare l'importante evento.

Inizia così una fuga da nemici potenti, ma anche un'indagine che si addentra nei misteri della storia delle religioni e dell'arte moderna, attraverso simboli da decifrare.

UN'ANTEPRIMA DI ORIGIN

Per avere un'anticipazione di Origin è possibile andare sul sito dedicato, dove si è accolti via chat da un tale Winston, fantomatico assistente virtuale di Dan Brown, che introduce gli ospiti nello studio privato dell'autore. Non prima però di metterli alla prova con un piccolo enigma. Una volta risolto si può accedere a un video di saluti da parte di Dan Brown e quindi al link su cui andare a leggere il prologo e il primo capitolo del romanzo.

-----

Origin
di Dan Brown
(Mondadori)
564 pagine

Compra il libro

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Inferno, il nuovo film di Ron Howard dal libro di Dan Brown - Trailer

Al cinema dal 13 ottobre, vede ancora come protagonista Tom Hanks

Una Milano sospesa fra Scerbanenco e Dan Brown

Il nuovo romanzo del giallista Paolo Roversi, "La confraternita delle ossa", tratteggia una città a tinte forti, dove gli echi della cronaca sono contaminati dal mistery storico.

Intervista a Glenn Cooper, lo scrittore americano si racconta

Dal suo nuovo romanzo 'Il segno della croce', a Bob Dylan e Trump, passando per l'Italia e la scrittura: ecco cosa ci ha raccontato l'autore statunitense

Commenti