Libri

Notte, sonno e poca voglia di dormire in due libri per bambini

"Via buio, togliti!" e "Buonanotte!" raccontano i temi della notte e del sonno con due storie ironiche e coinvolgenti

Buonanotte!

Ilaria Cairoli

-

Si parla di notte in Via Buio, togliti! e in Buonanotte!, ma soprattutto di sonno, di voglia di stare svegli il più possibile e della combinazione buffa (o tragica) di queste due condizioni. Due albi illustrati per raccontare temi difficili e controversi per molti bambini: la notte, il buio e il sonno. Due libri che con toni diametralmente opposti riescono a raggiungere il lettore con la forza potentissima delle storie e delle illustrazioni. 

Via buio, togliti! di Hélène Gaudy e Simone Rea, editore Topipittori, è la storia di Oscar, adorabile e occhialuto coniglietto, che dichiara guerra al buio fin dall’imbrunire. 

Non si può togliere la notte, Oscar. Non è come un vestito troppo stretto o un paio di occhiali neri o le mani sugli occhi. Non si può togliere la notte, però ci si possono costruire delle capanne.

Oscar ha ancora molte cose da fare: vuole giocare, mangiare, ascoltare storie, colorare, mettere la mantellina per la pioggia e saltare la corda. “Via buio, togliti!” è la formula magica che Oscar ha scelto per far scappare la notte e con lei la paura del buio e dell’addormentarsi. La mamma e il papà di Oscar assistono rassegnati alle mille attività programmate dal piccolo e determinato coniglietto, riportandolo poi dolcemente alla realtà con parole rassicuranti e immaginifiche, capaci di farlo sognare. 

Un albo illustrato dal formato orizzontale con illustrazioni a tutta pagina che catturano lo sguardo del lettore giocando coi toni del grigio, del rosso e dell’azzurro.  Difficile non perdersi nei dettagli di queste delicate tavole a matita, impossibile resistere all’espressività del piccolo Oscar e alla spontaneità delle situazioni di vita quotidiana che vediamo scorrere davanti ai nostri occhi. 

Via buio, togliti!, Hélène Gaudy, Simone Rea, Topipittori, 2016

 

Buonanotte! di Jory John e Benji Davies, il Castoro, incomincia con un grande sbadiglio di Orso e con Anatra che legge assorta un libro che elenca i 101 modi per stare svegli. Nessun problema fin qui, se non fosse che Orso e Anatra sono vicini di casa. 

“Non sono mai stato così stanco. Dormirei per settimane. Anzi, mesi!” “Non sono mai stata così svegli. Chissà cosa fa Orso.”

Le premesse sono quelle di una storia esplosiva, fatta di contrasti, insistenze, scocciature, molestie e rabbia vera. Un rimescolamento esilarante di situazioni comiche (e drammatiche per Orso) che porteranno a un finale del tutto inaspettato.
Buonanotte! è un albo illustrato che colpisce subito per i colori intensi e pieni e per la forza espressiva del tratto grafico essenziale di Benji Davies. Jory John riesce sempre a strappare una risata di cuore al lettore, anche riducendo al minimo i dialoghi tra i due improbabili vicini di casa.

Buonanotte!, Jory John, Benji Davies, il Castoro, 2016

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

BilBOlbul 2016: mostre e autori di fumetto da non perdere

Chris Ware, Corona, Gipi, Brandoli al festival di Bologna

'Un attimo prima': il tempo nelle prime volte dei bambini

Un albo illustrato di Cosetta Zanotti e AntonGionata Ferrari, che racconta ai bambini quell'attimo in cui tutto cambia

Commenti