Nadine Gordimer, 3 libri per ricordarla

Una selezione delle sue opere più significative per riscoprire il premio Nobel sudafricano

nadine-gordimer-3-libri-per-ricordarla

Silvia Malnati

-

Profilo sottile, sguardo elegante, la bocca tirata in un sorriso un po’ nostalgico. Nadine Gordimer è scomparsa novantenne per il cancro al pancreas che negli ultimi mesi le aveva progressivamente tolto le forze necessarie a dedicarsi alla sua passione, la scrittura. A due mesi dalla pubblicazione in Italia del suo ultimo libro, Racconti di una vita (Feltrinelli), l’autrice lascia dietro di sé un’eredità inestimabile: non solo i suoi meravigliosi romanzi, ma anche una vita di impegno etico e politico spesa militando a fianco di Mandela nell’African National Congress.

Dalla sua casa di Johannesburg, le storie della Gordimer hanno percorso le strade del mondo, raccontando vicende di umanità, bagliori rari e preziosi da ricercare scavando tra le crudeltà di una nazione divisa dall’apartheid. Se il suo obiettivo era “affinare le percezioni del pubblico per fargli acquistare coscienza di sé nella società”, il premio Nobel ce l’ha fatta.

Ecco tre libri per riscoprire l’autrice e non dimenticarla.

Un ospite d'onore (Feltrinelli)
Sulla tela del libro vincitore del James Tait Black Memorial Prize si intrecciano le vicende di personaggi tanto diversi fra loro, che condividono però una cosa: l’Africa. La storia d’amore fra la delicata Rebecca e l’ex funzionario coloniale Bray, espulso perché simpatizzante con i neri, è il fulcro di questo romanzo su un continente complesso e variopinto.

Il conservatore (Feltrinelli)
Protagonista del romanzo,premiato con il Booker Prize, è Mehring, è un bianco sudafricano capitalista e insoddisfatto. Quasi per gioco compra una fattoria e vi si trasferisce; presto verrà travolto da un’onda di violenza e avrà modo di saggiare la vita dei poveri contadini neri. Tuttavia, questo non basterà per far uscire Mehrig dal suo ruolo di conservatore.

Racconti di una vita (Feltrinelli)
Un libro per tirare le somme, per ripercorrere il fil rouge della vita dell’autrice e del suo Sudafrica sulle pagine di 17 storie scritte dal 1952 al 2007.

---------------------

- Un ospite d'onore (Feltrinelli)
- Il conservatore (La Tartaruga)
- Racconti di una vita (Feltrinelli)

© Riproduzione Riservata

Commenti