Libri

Mondadori: il bookstore nel quadrilatero della moda a Milano

Apre l'11 giugno la nuova libreria di via San Pietro all'Orto. In futuro "Book on demand", la stampante per pubblicare i libri fai da te

Book store Mondadori di via San Pietro all'Orto, Milano

Redazione

-

“Non è cambiato il vestito ma il concetto”. Nuova, luminosa, spazi ristretti come quelli di un bistrot. Viene inaugurata domani la nuova libreria Mondadori di san Pietro all’Orto, al centro del quadrilatero della moda, nel salotto di Milano tra piazza San Babila e il Duomo dove per altro è presente ed è destinato a rinnovarsi il nuovo megastore. Alla presenza del management della casa editrice sono stati svelati in anteprima i nuovi locali. Progettata dallo studio architettonico Migliore e Servetto, la nuova libreria si articola su tre piani, 700 metri quadrati, tanto bianco e rosso, colori del marchio e un vero e proprio caffè.

"Il lancio del nuovo format di Megastore rappresenta una tappa importante nel processo di crescita delle nostre attività nel settore Retail, uno dei nostri core business" ha dichiarato Ernesto Mauri, amministratore delegato del Gruppo Mondadori. "Siamo leader nel mercato dei libri e, per un editore come noi, poter contare su una catena di librerie così diffusa sul territorio è certamente uno straordinario patrimonio strategico e uno strumento privilegiato per essere in contatto diretto con i consumatori, oltre 20 milioni di persone che ogni anno entrano nei nostri negozi e dialogano con noi", ha concluso Mauri.
 
“Sviluppo dell’offerta, esperienza di acquisto, valorizzazione del prodotto, servizi, comfort dell’ambiente: sono questi gli elementi che ci hanno guidato nel percorso di innovazione della libreria tradizionale verso un modello che permetta di avvicinarsi con maggiore frequenza e gratificazione al mondo della cultura e del divertimento", ha dichiarato Mario Maiocchi, amministratore delegato di Mondadori Retail.

Insomma, Milano dovrebbe segnare il passo e fungere da laboratorio per altre innovazioni, a partire da una vera e propria “tipografia mobile” destinata a modificare il futuro dell’editoria. “Si chiama Book on demand e si tratta di una vera e propria stampante che potrà produrre in tempo reale il libro in catalogo che non è disponibile in libreria o fuori distribuzione. In Italia è la prima volta che viene introdotta questa formula. Finora è presente solo in Olanda, Francia, Inghilterra e negli Usa” ha spiegato Maiocchi che ha anche aggiunto come la nuova macchina possa servire a tutti coloro che vogliono pubblicare il libro tenuto nel cassetto: “Sarà self publishing.

Chiunque potrà servirsi di questo strumento per pubblicare le proprie copie. Ma destinati a mutare sono anche le librerie Mondadori di piazza Duomo e di Via Marghera. Da settembre spazi ridisegnati e un nuovo piano dedicato interamente alla musica. “La nuova Mondadori di piazza Duomo diventerà una sorta di galleria permanente ospitando le installazioni di artisti emergenti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti