esegesi-dick
Libri

'L’Esegesi', l’opera inedita di Philip K. Dick

Arriva in libreria un attesissimo lavoro mai pubblicato del grande scrittore, un viaggio trascendentale tra sogni e visioni di un mito della fantascienza

Philip K. Dick, autore di La svastica sul sole, Un oscuro scrutare, Ma gli androidi sognano pecore elettriche? (da cui il film Blade Runner) e numerosi altri importanti titoli, ritorna in libreria per la gioia di tanti appassionati. Dal 26 novembre, edito da Fanucci, sarà disponibile L’esegesi, un colossale volume di oltre 1.300 pagine che raccoglie una selezione di appunti e diari inediti, redatti dallo scrittore dal 1974 al 1982.

Non è né un romanzo e nemmeno un saggio, ma una sorta di resoconto delle esperienze trascendentali e visionarie che Dick stesso ha sostenuto di aver vissuto a partire dal 1974. Grazie alla curatela di Pamela Jackson e Jonathan Lethem, l’enorme mole di materiale collezionato dallo scrittore riguardante questa sua presunta illuminazione, ossia oltre 8 mila pagine redatte a mano, è stata ridimensionata e proposta in una forma intelligibile per il lettore.


esegesi-pagina-originale

Un particolare di una pagina degli appunti originali di Philip K. Dick – Credits: Per gentile concessione di Laura Leslie, Christopher Dick e Isa Hackett

Dick espone in questo libro ciò che lui ha chiamato ‘’2-3-74” (numeri che indicano il periodo in cui hanno iniziato a manifestarsi voci e visioni, febbraio-marzo 1974), un viaggio attraverso i piani della percezione, corredato da allucinazioni e ricordi di vite precedenti o alternative. Un insieme di esperienze che hanno influenzato e arricchito la poetica dickiana incentrata sui temi dello spazio e del tempo e del rapporto tra essere umano e il divino, tanto da influenzare anche alcuni dei suoi lavori dell’ultimo periodo, come i titoli della cosiddetta Trilogia di Valis e il romanzo semi-autobiografico Radio libera Albemuth.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Leonard Nimoy legge Ray Bradbury

Il dottor Spock interpretò brani delle opere dell’autore di ‘Fahrenheit 451’, in alcune eccezionali registrazioni degli anni Settanta

Commenti