Le copertine dei classici raccontate con i colori

Un’artista inglese ha provato a riassumere cromaticamente nelle sue copertine le opere di Kerouac, Carroll, Shakespeare, Steinbeck e altri grandi

copertine-classici-a-colori-jaz-parkinson

Due esempi di copertine realizzate dall'artista Jaz Parkinson – Credits: jazparkinson.tumblr.com

Andrea Bressa

-

Per descrivere un’emozione, una sensazione o un ricordo, i colori sono molto efficaci. Il rosso che scalda, il verde che rilassa, il nero per ciò che è cupo e così via. E se nell’arte pittorica è logico avere a che fare con i colori, anche in musica e in letteratura è possibile associare le proprie impressioni a determinate sfumature cromatiche.

È questa l'intuizione alla base del progetto di Jaz Parkinson, artista di Sheffield, la quale ha realizzato un progetto grafico per rielaborare le copertine di grandi titoli della letteratura internazionale, come ad esempio Sulla strada di Jack Kerouac, Alice nel Paese delle meraviglie di Lewis Carroll, Romeo e Giulietta di William Shakespeare, Uomini e topi di John Steinbeck e diversi altri. L’idea è quella di presentare ogni opera con uno spettro di colori che possa rendere al meglio lo spirito del suo contenuto.

Per la scelta dei colori, e della loro maggiore o minore presenza in copertina, la Parkinson ha adottato un sistema molto semplice: si è appuntata ogni volta che ha trovato la citazione di una tonalità nel romanzo sotto esame.

Gli affascinanti risultati si possono ammirare sul blog personale dell’artista.

--------------

- Sulla strada - Jack Kerouac (Mondadori)
- Le avventure di Alice nel Paese delle meraviglie - Lewis Carroll (Mondadori)
- Romeo e Giulietta - William Shakespeare (Giunti)
- Uomini e topi - John Steinbeck (Bompiani)

© Riproduzione Riservata

Commenti