‘La figlia del Papa’ sbarca in Cina: grande successo per il romanzo di Dario Fo

Giunto alla settima ristampa in Italia, il nuovo libro del Premio Nobel conquista anche l’oriente

Un particolare della copertina

Un particolare della copertina – Credits: Chiarelettere

Andrea Bressa

-

La figlia del Papa, romanzo storico di Dario Fo uscito per Chiarelettere nello scorso aprile, continua a ottenere un enorme successo, in Italia così come all’estero. Qui da noi è giunto ormai alla settima ristampa in soli cinque mesi, e sembra non voler rallentare in alcun modo la sua corsa.

È di pochi giorni fa la notizia della concessione dei diritti per la pubblicazione a un’importante casa editrice cinese, la Shangai Literature and Arts Press. Ma il paese dei draghi non è certo il primo in cui il best seller del Premio Nobel ha fatto il suo ingresso: questa primavera era già comparso infatti sugli scaffali delle librerie in Francia, Polonia, Portogallo, Spagna e Turchia, attestandosi come il romanzo italiano più venduto nel mondo in questa prima metà del 2014.

Il libro ripercorre la vita di Lucrezia Borgia, figlia del dissoluto papa Alessandro VI e celebre avvelenatrice. Diversamente da altri autori, Fo polemizza con questo ritratto fortemente negativo, a suo avviso non corrispondente alla realtà storica. L’immagine di femme fatale con cui la Borgia è nota ai più sarebbe stata invece montata ad arte dai biografi del tempo, sospettosi e diffidenti nei confronti di una donna il cui stile di vita stravagante e indipendente costituiva motivo di scandalo nella società maschilista dell’epoca.

© Riproduzione Riservata

Commenti