Komikazen: al via l'edizione 2012 del Festival Internazionale del Fumetto di Realtà

Dopo anni di indagini nel fumetto internazionale, quest'anno il festival si concentra sulla rappresentazione dell'Italia attraverso il lavoro di alcune delle più autorevoli "matite" del nostro paese

Dettaglio dell'immagine di Komikazen 2012 realizzata da Shout - Credits: Associazione Mirada

Nicola D'Agostino

-

Torna per l'ottava edizione il festival fumettistico Komikazen , con incontri, presentazioni e mostre che si terranno dall'11 ottobre all'11 novembre a Bologna, Ravenna e Faenza.

Si comincia questa sera a Bologna, presso Bartleby , con un incontro con due disegnatori: il brasiliano di origini libanesi Carlos Latuff , attivo dall’inizio degli anni ‘90 e che negli ultimi anni si è concentrato sulla “primavera araba”, e Serena  Schinaia , vincitrice del premio REPORTAGE nell'ambito del concorso nazionale sul fumetto di realtà Reality Draws .

Komikazen si sposta poi a Ravenna, per l'inaugurazione di varie mostre e un programma fitto di incontri dal 12 al 20 di ottobre con circa 30 artisti di primissimo piano oltre ai 20 giovani selezionati da Reality Draws.

L'edizione di quest'anno è dedicata alla rappresentazione dell'Italia e l'evento centrale è la mostra "Nuova Storia d'Italia a fumetti" , che inaugura sabato 13 ottobre al MAR - Museo d'Arte Ravenna e sarà visitabile, gratuitamente, fino a novembre inoltrato con visite guidate ogni domenica. Curata, come il resto di Komikazen, da Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini tramite la loro associazione Mirada, la mostra conterrà 150 tavole originali dedicate a figure, avvenimenti e realtà sociali del nostro Paese a partire dal Risorgimento fino a Tangentopoli e alla crisi economica dei nostri giorni. Ogni sala oltre alle illustrazioni dei migliori autori italiani, come Riccardo Mannelli, Paolo Bacilieri e Giuseppe Palumbo, avrà anche un commento sonoro fatto di testimonianze orali e interventi specialistici riguardo al percorso storico trattato.

All’insegna del contemporaneo è anche la mostra "Le mani hanno occhi" , che si apre venerdì 12 ottobre e rimarrà visitabile sino al 28 ottobre presso Le Cantine di Palazzo Rava, e che vede esposte le tavole di Carlos Latuff, Riccardo Mannelli, e l'italiano Shout, autore anche del manifesto di quest'anno. Lo stesso giorno, alla Galleria Mirada, s'inaugura "Il mio nome è Ultras" esposizione delle tavole del faentino Andrea Zoli, vincitore del premio Komikazen 2011, sul tema dello strano mondo degli ultras della città di Cesena, oggetto anche di un libro che uscirà in occasione del festival per la casa editrice Comma 22.

Dal 9 all'11 novembre ci sarà un'appendice finale dal titolo Komikazen De Faience : tre giorni in cui il fumetto e il disegno saranno al centro di presentazioni, performance e anche cene nei locali del centro di Faenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti