K.Z., disegni dai campi di concentramento

250 inediti realizzati durante la prigionia nei lager nazisti ora in un libro

Micol De Pas

-
 

Si intitola K.Z. ed è un documento eccezionale. Perché raccoglie il lungo, meticoloso e terribile lavoro di Arturo Benvenuti che per 40 anni ha cercato in tutto il mondo i disegni realizzati dagli internati durante la prigionia nei campi di concentramento.

Una testimonianza finora inedita di 250 disegni a matita, a inchiostro, carboncino, acquarello, qualche litografia che compongono una storia per immagini. Tragica. Straziante. Come si legge nella presentazione che Primo Levi scrisse nel 1981 a queste opere e che ora viene riproposta come introduzione al volume:

Mancava finora in Italia un libro come questo. Penso che, al di là della pura commemorazione, esso abbia un valore suo specifico: a descrivere quell’orrore, la parola risulta carente. Le immagini qui riprodotte non sono un equivalente o un surrogato: esse sostituiscono la parola con vantaggio, dicono quello che la parola non sa dire. Alcune hanno la forza immediata dell’arte, ma tutte hanno la forza cruda dell’occhio che ha visto e che trasmette la sua indignazione.

Il libro è anche una mostra: 65 opere saranno esposte dal 27 gennaio al 15 febbraio alla Libreria Fandango di Roma

---------------

Arturo Benvenuti, K.Z. Disegni dai campi di concentramento nazifascisti, Becco Giallo, 26 euro



© Riproduzione Riservata

Commenti