#ioleggoperché, la Giornata mondiale del Libro

Eventi, messaggeri, hashtag per la discussione in rete con un unico obiettivo: avvicinare gli italiani alla lettura

logoioleggoperche

Redazione

-

Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore e in Italia è stato battezzato il giorno di #ioleggoperché, iniziativa dell'Associazione italiana editori che hanno messo al centro libri e lettori. Obiettivo: stimolare la metà degli italiani, ovvero coloro i quali non leggono. O lo fanno davvero poco.

Le iniziative sono molteplici. Dal lancio dell'hasthag con discussione in rete alla distribuzione fisica di 240 mila libri attraverso i Messaggeri nelle scuole, sui treni, al lavoro, nelle librerie, durante gli eventi a Milano, Roma, Cosenza, Sassari, Vicenza.

Con il format "Piazza un libro" ci saranno spazi dedicati alla lettura, con lettori appassionati e potenziali messi nelle condizioni di leggere, consultare, incontrarsi, divertirsi con i libri.
A questo si aggiunge una serata speciale su Rai3 dedicata al tema (con Pierfrancesco Favino testimonial).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

#Ioleggoperché: la lettura si ama. Cercasi messaggeri che lo spieghino

Una campagna per avvicinare chi apre poco i libri. Il culmine il 23 aprile, a Milano

Commenti