Libri

Il lusso? Un'arte!

Il trattato di Robert Colonna D'Istria sull'arte del lusso e sul saper vivere estetico

R. Colonna D'Istria, L'arte del lusso, Lindau 2016

Matilde Quarti

-

L’arte del lusso di Robert Colonna D’Istria (Lindau 2016) è il manuale del perfetto dandy, il miglior amico dell’aspirante uomo di mondo in cerca del connubio tra utilità e comodità. Si tratta infatti di un trattato di stile che, con toni provocatori, introduce l’ignaro lettore ai piaceri del bello e alla necessità, prima di tutto estetica ma rispondente anche a criteri utilitaristici, di orientare ogni scelta di vita in questa direzione.

L’ambivalenza del lusso
Accessibile e inaccessibile al tempo stesso, il lusso è una condizione che per quanto si riesca ad afferrare viene sempre mancata per un infinitesimale scarto. Questo perché il lusso, al contrario dell’opulenza, richiede sforzo e attenzione, non solo ricchezza e possibilità economica. Lusso, ci spiegherà l’autore, è un mazzo di violette ogni giorno fresche in una povera dimora, un elemento necessario e non necessario allo stesso tempo.

I luoghi del lusso
Che siano paesaggi, giardini o dimore umane, i luoghi magici del lusso hanno una cosa in comune: il desiderio che riescono a suscitare nel loro visitatore e la capacità di metterlo a suo agio facendolo sentire in comunione con ciò che lo circonda. Certi paesaggi, come nel caso delle isole greche o di alcuni scorci boscosi, sono naturalmente lussuosi e perdendosi in essi l’uomo diventa tutt’uno con la natura. Ma non bisogna scordare quei luoghi plasmati dalla mano umana per diventare culla di sogni e di ricordi: parliamo dei giardini, cornice ideale situata al di fuori dello scorrere del tempo, ma anche delle dimore, eleganti o modeste ma in ogni caso capaci di riscaldare l’animo con piccoli dettagli estetici.

Oggetti inalterabili
Marmo, bronzo, l’aspirante dandy deve avere ben chiara una cosa: gli oggetti del lusso sono inalterabili, resistono alle epoche, acquistano valore con il passare degli anni. Inoltre, lungi dal far parte di una filiera industriale, sono, la maggior parte delle volte, il risultato di un finissimo lavoro artigiano.
Sempre utili, gli oggetti lussuosi sono di uso quotidiano, certo, ma non per questo rinunciano alla raffinatezza e alla bellezza.

Le suggestioni per chi vuole vivere una vita nel lusso non sono certo finite: viaggi, profumi e giochi seduttivi fanno parte del bagaglio fondamentale del dandy. L’arte del lusso offre al lettore un catalogo spregiudicato per farsi largo nel mondo a colpi di estetica.

Robert Colonna D’Istria
L’arte del lusso
Lindau, 2016
192 pp., 16 euro

© Riproduzione Riservata

Commenti