Libri

'Il libro della vagina' di Nina Brochmann e Ellen Støkken Dahl. L'intervista

Il primo manuale sulla parte anatomica femminile ancora (più) sconosciuta

Il libro della vagina di Nina Brochmann e Ellen Støkken Dahl

Valeria Merlini

-

Il libro della vagina (Sonzogno) è un’esplorazione divertente e istruttiva alla scoperta del sesso femminile. In modo semplice e senza imbarazzi, Nina ed Ellen, scienziate norvegesi, ci raccontano tutto quello che c’è da sapere: anatomia, mestruazioni, orgasmo, contraccezione, prevenzione delle malattie.

Forti della loro esperienza sul campo come educatrici, si sono rese conto che le conoscenze in materia restano lacunose, e che importanti tabù e false verità continuano a condizionare la vita sessuale dei giovani e dei meno giovani. Esiste l’orgasmo vaginale? E il punto G? L’integrità dell’imene è davvero una prova della verginità? La pillola, a lungo andare, inibisce la libido? Ci si può liberare dal dolore mestruale? L’intima struttura degli organi genitali maschili e femminili è davvero tanto diversa?

Con passione divulgativa, ma anche con una buona dose di humour, le due autrici rispondono in modo esaustivo agli innumerevoli interrogativi che l’argomento solleva. Ne risulta una guida amichevole, tempestiva, scientificamente aggiornata e indispensabile per aiutare le donne (ma anche gli uomini) a fare scelte consapevoli riguardo alla loro salute sessuale.

Per trarre il meglio dal proprio sesso, bisogna innanzitutto conoscerlo. Ecco quindi alcune curiosità svelate dalle due autrici.

Si dice che il vostro libro possa “Nutrire la speranza che le donne siano fiere di essere donne”: lo saranno solo per la conoscenza del loro corpo e delle loro funzioni?
Una maggiore conoscenza della fisiologia e dell'anatomia del corpo femminile può sicuramente far sentire le donne più sicure. Nella nostra esperienza, le donne hanno spesso una bassa autostima perché gli standard che vogliono raggiungere quando si tratta di aspetto fisico e sesso sono basati su miti e malintesi. Ad esempio, molte donne sentono che qualcosa non va in loro perché non raggiungono l’orgasmo vaginale durante il rapporto sessuale. Quando apprendono che gli orgasmi vaginali sono l'eccezione e non la norma possono finalmente sentirsi bene, senza bisogno di dover fingere per compiacere i loro partner. Un altro esempio è la forma della vulva. Alcune donne sentono di essere meno attraenti se hanno delle labbra interne che sporgono oltre quelle esterne. In Norvegia, molte donne si sottopongono a un intervento chirurgico per cambiarne l’aspetto. In realtà, più della metà delle donne ha labbra interne sporgenti. È ora di smetterla di vergognarci dei nostri corpi.

Le conoscenze in materia sessuale sono lacunose, un discorso che spazia non solo ai giovani quindi?
Sia i giovani che i meno giovani credono nei miti sul sesso, e questi miti possono essere dannosi in modi diversi. Possono farci fissare degli standard impossibili per i nostri corpi e le nostre vite sessuali, e impedirci di provare piacere e apprezzare le cose meravigliose che il nostro corpo può realmente fare. Tante persone credono di conoscere molti fatti sul sesso, solo perché hanno un'esperienza sessuale alle spalle. Questo è un errore: puoi aver fatto molto sesso e ancora non capire come funziona il tuo ciclo mestruale. Molti dei nostri lettori più anziani dicono che non hanno bisogno del nostro libro, perché già sanno tutto. Dopo averlo letto però ci dicono che non hanno mai saputo la metà di ciò che è lì dentro e che sono felici di aver imparato di più.

L’orgasmo è la nostra piccola ricompensa: esiste un altro modo di considerare “Il grande O”?
L'orgasmo è sicuramente una ricompensa. Se ti masturbi e hai molti orgasmi, puoi dormire meglio, alleviare le sensazioni di stress e delineare una migliore immagine corporea. Il piacere e l'orgasmo femminile sono ancora visti come un tabù in molte culture. Parlando apertamente dell'importanza del piacere sessuale, speriamo di cambiare il modo in cui le persone parlano e fanno sesso. Invece di concentrarsi sul rapporto sessuale in sé, le coppie eterosessuali possono cambiare la loro pratica e fare più cose che facciano provare l’orgasmo alle donne, per esempio stimolando maggiormente le parti esterne del clitoride poiché a volte il rapporto non è sufficiente.

Qual è il tabù che ormai è stato sdoganato?
Ora è tutto più facile rispetto a qualche decennio fa. Ad esempio, la masturbazione maschile non è più vista come un tabù. Vogliamo che lo stesso accada con la masturbazione femminile. Tuttavia molte cose importanti nella vita quotidiana delle donne lo sono ancora. Ad esempio, le mestruazioni sono ancora legate a un sacco di vergogna, le persone sussurrano quando vogliono chiedere in prestito tamponi o assorbenti perché non vogliono parlare del processo naturale che sperimentano ogni mese. E tutto ciò è molto strano. Crediamo che sarebbe meno vergognoso (purtroppo) se gli uomini dovessero avere le mestruazioni.

E il peggior maestro di un’attività sessuale? Forse il porno?
Il porno non è sicuramente un buon insegnante. Ma in molti paesi senza educazione sessuale a scuola, il porno e i miti su internet sono gli unici insegnanti che i bambini hanno. Dove altro impareranno a parlare del sesso? In un mondo perfetto, ogni bambino avrebbe accesso all'istruzione sessuale basata sui fatti, ma il mondo non è ancora perfetto. Vogliamo che l'educazione sessuale cambi e diventi più positiva nei riguardi del sesso ad iniziare dal non procurare vergogna tra gli studenti. Finché ciò non accadrà, abbiamo bisogno di più risorse basate su fatti medici. Questo è il motivo per cui abbiamo scritto il libro. È orribile che i corpi sani e normali siano ancora visti come qualcosa di vergognoso.

A chi si rivolge questo testo?
Abbiamo scritto il libro per le donne. Abbiamo sperimentato che le donne di tutto il mondo soffrono della mancanza di importanti informazioni sulla salute che hanno invece il diritto di avere. Come puoi fare delle buone scelte sulla tua salute sessuale e riproduttiva se non hai fatti su cui basare tali scelte? Finché l'educazione sessuale non sarà abbastanza buona, avremo bisogno di libri come i nostri per diffondere la parola.

Il libro della vagina. Meraviglie e misteri del sesso femminile
di Nina Brochmann e Ellen Støkken Dahl
Sonzogno, 2018

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli' di Chiara Moscardelli. L’intervista

Una morte sospetta, un’inchiesta in un borgo medioevale per il primo capitolo di una trilogia gialla

'Avrei voluto un’altra vita'. Racconti dal carcere

Tutte le storie dei finalisti alla VII Edizione del Premio Goliarda Sapienza

'Preludio a un bacio' di Tony Laudadio. La recensione

Un monologo sul ricordo e sul rimpianto, ma anche sulla resilienza e la capacità di riscatto

Commenti