Libri

'Il fiume della coscienza', il libro postumo di Oliver Sacks

L’inedito del celebre neurologo e scrittore scomparso nel 2015. Un testamento intellettuale che parla di neurologia, psicologia, biologia e del ruolo dell’uomo

9.13.09OliverSacksByLuigiNovi

Andrea Bressa

-

Aveva ancora qualcosa da dire prima della sua morte Oliver Sacks, il celebre neurologo e scrittore inglese scomparso a 82 anni nell’agosto del 2015, autore di Risvegli o L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello. La dimostrazione sta nel suo ultimo libro, pubblicato postumo e intitolato Il fiume della coscienza edito in Italia da Adelphi.

il-fiume-della-coscienza-sacks-adelphi

Copertina dell'ultimo libro di Oliver Sacks, 'Il fiume della coscienza' – Credits: Adelphi


Di cosa si stratta?

Il fiume della coscienza è, in breve, una raccolta di dieci veloci saggi realizzati da Sacks poche settimane prima della sua morte e affidati alla cura di tre suoi collaboratori, incaricati di sistemarli e darli alle stampe. Con questi testi l’autore sembra aver voluto costruire un testamento intellettuale che riassume il suo modo di osservare e raccontare il mondo, la scienza, la letteratura, la natura. Attraverso uno sguardo lucido che approccia la realtà in modo totalizzante, Sacks costruisce una sintesi efficace della sua metodologia conoscitiva: multidisciplinarità ricca di curiosità, piena di dubbi e aliena al pregiudizio.

Di cosa parla Il fiume della coscienza?

Il punto di partenza è, come sempre nei suoi lavori, la neurologia, il campo di studi per eccellenza della sua carriera scientifica. Sacks ne fa una base dove far convergere un grande ventaglio di discipline: chimica, botanica, anatomia animale, filosofia, psicologia e letteratura. Il titolo del volume, Il fiume della coscienza, esprime forse proprio l’identità e la struttura dei discorsi che si trovano in queste pagine.

Ad esempio, osservando le forme di vita senziente, dalle più semplici (come le piante) a quelle più articolate, Sacks dimostra come tutti i tipi di strutture mentali, siano esse elementari o complesse, presentano una serie di proprietà costanti nel loro funzionamento. Un tema interessante che permette di guardare con più ampia prospettiva la realtà che ci sta attorno e allo stesso tempo il ruolo e la valenza dell’essere umano, biologicamente, storicamente e culturalmente parlando.

-------------------

Il fiume delle coscienza
di Oliver Sacks
(Adelphi)
213 pagine

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Il segreto di Falkner', l'inedito ultimo romanzo di Mary Shelley

È la donna che salva l'uomo e non viceversa, nell'ultima opera dell'autrice di 'Frankenstein', per la prima volta in Italia dopo 180 anni

L'inedito racconto di Raymond Chandler, contro il sistema sanitario Usa

È stato ritrovato un racconto perduto dell'autore de 'Il lungo addio'. Ma non è un noir. Si intitola 'It’s All Right - He Only Died' e sembra molto attuale

Oliver Sacks ci risveglia ancora

Del famoso neurologo, mancato nel 2015, escono quattro brevi scritti. Toccanti. E racccolti in un piccolo libro, "Gratitudine"

Commenti