Libri

Il Festivaletteratura di Mantova compie 20 anni, ecco cosa sapere

Dal 7 all'11 settembre, tutte le novità sui festeggiamenti della kermesse che si celebra nel cuore della Capitale Italiana della Cultura 2016

palazzo-ducale-mantova

Chiara Degl'Innocenti

-

Jonathan Coe, Jay McInerney, Alain De Botton. Questi alcuni degli ospiti illustri che, partecipando alla celebrazione dei 20 anni del Festivaletteratura di Mantova, racconteranno, consiglieranno e leggeranno qualche pagina del libro che li ha accompagnati durante la loro giovinezza.

Dal 7 all'11 settembre, infatti, sarà per la Capitale Italiana della Cultura 2016 come una vera e propria festa di compleanno in grande stile, in cui la kermesse letteraria arrivata al secondo giro di boa della maturità, per l'occasione aprirà le danze con una mega sfilata per le vie della città domenica 4 settembre, giornata in cui sono attesi, da tutto il mondo, i 5 mila volontari che hanno reso possibile il successo del Festival dal 1997 ad oggi.

Dai memoir e alle microstorie, delle saghe familiari alle auto-fiction a Mantova sono attesi la vincitrice del Prix Goncourt Lydie Salvayre e Dany Laferrie're, primo scrittore di origine haitiana a diventare accademico di Francia, la francese Linda Le e l'irlandese Maggie O'Farrell che parleranno di maternità. Inoltre ci sarà la giovane scrittrice Louise O'Neill, autrice di un romanzo pensato per un pubblico young adult (Solo per sempre tua) che ha fatto breccia nel cuore, oltre che nelle librerie, del pubblico anglosassone.

La letteratura canadese sarà rappresentata della poetessa e narratrice Jane Urquhart, da Alan Bradley, la cui produzione più celebre è la serie di gialli intitolata I Misteri di Flavia De Luce.

Fulcro del Festival, invece, la sensibilità ambientale e la questione delle migrazioni con interventi di Gazmend Kapplani, Jenny Erpenbeck, Juan Villoro e dell'algerino Boualem Sansal.

Durante i 5 giorni uno sguardo sarà volto alla storia recente dell'America Latina con Juan Gabriel Vasquez e Paco Ignacio Taibo II e all'oriente con il coreano Jung-Myung Lee.

Gli amanti di E3, la fiera dei videogiochi di Los Angeles, troveranno in Storie di videogame quello che cercano. Nello spazio delle Cantine di Vincenzo Gonzaga sarà possibile entrare in mondi virtuali e conoscerne le strutture grazie a una serie di incontri, laboratori e sessioni di avviamento critico al mondo del virtuale. 

E nell'anno delle celebrazioni shakespeariane, Jeanette Winterson e Howard Jacobson tornano al Festival con Il racconto d'inverno e Il mercante di Venezia, ai quali si aggiunge il recital della poetessa Patrizia Cavalli. E chi ne ha più ne legga.

© Riproduzione Riservata

Commenti