I libri più belli del 2013: i 5 migliori thriller

La nostra lista dei più riusciti gialli, noir e polizieschi di quest’anno. Se non sei d’accordo puoi aggiungere i tuoi nei commenti

i-migliori-thriller

– Credits: Thinkstock

Andrea Bressa

-

Redigere una lista dei migliori libri di crime fiction del 2013 non è stato semplice e probabilmente abbiamo tralasciato molti altri ottimi lavori. Si tratta di una semplice panoramica generale e soggettiva, che se anche non mette d’accordo tutti, può funzionare come spunto di lettura o consiglio per i regali di Natale.

>> Il meglio del 2013

Ecco dunque i cinque thriller più interessanti di quest’anno.

L'ipotesi del male – Donato Carrisi (Longanesi)
Altra prova di qualità del miglior giallista italiano, con una storia piena di suspence con protagonista la detective Mila Vasquez alla ricerca di persone scomparse nel nulla e trasformati dal Male.

Suburra – Giancarlo De Cataldo, Carlo Bonini (Einaudi)
Continua il Romanzo Criminale della mafia romana, fra politici corrotti, prelati ammiccanti e la malavita che si insinua nel potere. I due autori pescano dalla cronaca per comporre un affresco che fa paura.

Raylan – Elmore Leonard (Einaudi)
L'ultimo romanzo del maestro della crime novel, che riprende uno dei suoi personaggi preferiti, nel solito stile asciutto e dialoghi superiori.

La verità sul caso Harry Quebert – Joel Dicker (Bompiani)
Il caso letterario dell'anno: la scomparsa di una ragazzina sconvolge un paese della costa atlantica Usa e ribalta le vite di due scrittori, in una serie di colpi di scena orchestrati magistralmente.

Il sogno di volare – Carlo Lucarelli (Einaudi)
Il ritorno dell’ispettrice di polizia Grazia Negro, in una Bologna oscura, a combattere contro un altro pericoloso serial killer.

---------------------
- L'ipotesi del male – Donato Carrisi (Longanesi)
- Suburra – Giancarlo De Cataldo, Carlo Bonini (Einaudi)
- Raylan – Elmore Leonard (Einaudi)
- La verità sul caso Harry Quebert – Joel Dicker (Bompiani)
- Il sogno di volare – Carlo Lucarelli (Einaudi)

© Riproduzione Riservata

Commenti