E se…imparassi a gestire meglio i cretini? di Bruno Adler per Vallardi

Una piccola guida scritta da Bruno Adler per Vallardi che fornisce gli strumenti utili a individuare e neutralizzare le personalità tossiche che incontriamo tutti i giorni

Marina Jonna

-

Appena visto il titolo E se…imparassi a gestire meglio i cretini? (di Bruno Adler, edito da Vallardi) ho pensato: questo me lo leggo subito e poi, se è davvero efficace, scrivo la recensione. Tanto è facile da provare: chi di noi non ha nella propria vita qualcuno (cretino appunto) che cerca di rovinarcela? Io di sicuro sì.

Ma torniamo al libro.

E’ una specie di guida per gestire le persone “nocive” in modo costruttivo per noi e per loro.

Parte con una classificazione delle tipologie dei cretini e da lì vengono elencati, con esempi e vignette, le soluzioni per scendere a patti, evitare, gestire o combattere contro questa tipologia di personaggi.

Tra le altre esistono i cretini certificati potenti e quelli perversi (categoria temibile): e, alla fine del capitolo, si può anche stilare la top ten dei cretini che conosciamo.

E’ una lettura veloce e divertente, ma anche utile e istruttiva.

La consiglio come lettura estiva: essendo più rilassati, potremo apprezzare a fondo tutte le sfumature che questo libro ci segnala. E pensare con calma alle nostre contro-mosse da attuare.

Alla fine arriva la morale: “L’essenziale, per il vostro bene e per quello di coloro che vi circondano, è di non farvi contagiare trasformandovi in perfetti “cretini”!

E se ci dovessimo riconoscere nella descrizione di una qualche tipologia, magari cerchiamo di cambiare al volo!

© Riproduzione Riservata

Commenti