Gabriel Garcia Marquéz, 5 libri per ricordarlo

Da Cent’anni di solitudine a Cronaca di una morte annunciata, le opere più importanti del maestro sudamericano

Gabriel Garcìa Marquéz

– Credits: ANSA

Filippo Ferrari

-

Si è spento a Città del Messico il Premio Nobel per la Letteratura Gabriel Garcìa Marquéz . Lo scrittore colombiano, tra le principali voci della narrativa latinoamericana contemporanea, era stato proclamato nel 2007 il secondo più importante scrittore in lingua spagnola di tutti i tempi, subito dopo Cervantes. Il suo romanzo più noto, Cent’anni di solitudine, fa parte dei capisaldi della letteratura del Novecento. Dopo avergli dedicato una gallery con le foto della sua vita , non esiste modo migliore per ricordarlo che attraverso i suoi libri.

Cent’anni di solitudine (Mondadori)
Capolavoro che valse al maestro sudamericano il Premio Nobel per la Letteratura nel 1982. La saga familiare dei Buendìa, fondatori della città colombiana di Macondo, si intreccia con la surreale rappresentazione del mondo che li circonda, in un continuo ripetersi di disgrazie e di sventure.

L’amore ai tempi del colera (Mondadori)
Ripercorrendo la tragica vicenda dei protagonisti Florentino Aziza e Fermina Daza, Marquez descrive l’amore in tutte le sue forme, dagli ardori della gioventù all’equilibrio dell’età matura, fino alla rassegnata routine della vecchiaia.

Cronaca di una morte annunciata (Mondadori)
Lo scrittore colombiano descrive le ore precedenti l’uccisione di Santiago Nasar, accusato di aver violato l’onore di una donna sposata. Benché in paese tutti siano a conoscenza dell’imminente omicidio, nessuno muoverà un dito per impedire al destino di compiere il suo corso.

Il generale nel suo labirinto (Mondadori)
L’eroe dell’indipendenza latinoamericana Simon Bolivar, ormai prossimo alla morte, ripercorre i suoi trionfi giovanili con un senso di amara impotenza, consapevole di non essere riuscito a salvaguardare gli ideali a cui ha dedicato tutta la sua vita.

L’autunno del patriarca (Mondadori)
La biografia del dittatore di un immaginario stato caraibico si trasforma in una schietta denuncia nei confronti dei regimi autoritari, attraverso il ritratto di un uomo rimasto vittima della sua stessa brama di potere.

-------------

- Cent’anni di solitudine (Mondadori)
- L’amore ai tempi del colera (Mondadori)
- Cronaca di una morte annunciata (Mondadori)
- Il generale nel suo labirinto (Mondadori)
- L’autunno del patriarca (Mondadori)

© Riproduzione Riservata

Commenti