Fiera del Libro per ragazzi di Bologna, visi e colori in foto

Reportage fotografico dalla quattro-giorni dedicata al mondo dell'editoria per i più piccoli

Simona Santoni

-
 

"Lettori si diventa" è uno degli slogan all'interno della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna 2014, dal respiro sempre più internazionale (ormai denominata Bologna Children's Book Fair).

Da oltre 50 anni appuntamento per tutti coloro che si occupano di editoria per bambini e ragazzi, per scambiarsi idee, per respirare le nuove tendenze e creare incontri, è in corso dal 24 al 27 marzo sotto le due torri. 

 

In pieno fermento, illustratori, scrittori, editori si incrociano, guardando al futuro del libro per ragazzi. Non a caso molta attenzione è data anche alle pagine che diventano interattive e si sfogliano su tablet, con workshop che raccontano questa trasformazione tecnologica e come prepararsi ad essa.

Intanto tra stand di case editrici con le ultime proposte e i cavalli di battaglia, tra illustrazioni colorate e volumi come opere d'arte, girando per la Fiera si respira tanto mondo, si vedono volti orientali, arabi e velati, sudamericani... Quest'anno il Paese ospite d'onore è il Brasile.

Anche un dato positivo emerge da questo melting pot editoriale: nel 2013 in Italia il settore dell'editoria per ragazzi è tornato a crescere con un +3,1% (nei canali trade, esclusa la grande distribuzione organizzata); i dati migliori (forniti da Nielsen per l'Associazione italiana editori) vengono dalla fascia dei piccolissimi - da 0 a 5 anni - che cresce del 4,8% e da quella dei 10-13 anni che registra +13,4%.

 

Lasciamo al reportage fotografico della fotografa-illustratrice Guendalina Ravazzoni il racconto dalla Fiera felsinea. 

© Riproduzione Riservata

Commenti