ermanno rea morto
Libri

Ermanno Rea, 5 libri per ricordarlo

Lo scrittore napoletano è scomparso a 89 anni, autore di libri-inchiesta che hanno raccontato con precisione le difficoltà della sua città

È scomparso oggi Ermanno Rea, tra i più importanti scrittori italiani, autore che ha raccontato Napoli e le sue sofferenze. Si è spento la notte del 13 settembre 2016 nella sua abitazione di Roma a 89 anni, poco prima dell'uscita del suo ultimo libro, Nostalgia.

I suoi libri risentono del lavoro di giornalista e scorrono come inchieste su casi pubblici, come quello su Federico Caffè e quello sull'Ilva di Bagnoli. Nella sua carriera Rea ha vinto diversi premi letterari, fra cui spicca un Campiello (1999, con Fuochi fiammanti a un'ora di notte). Ecco 5 libri tra i suoi più significativi.

Mistero napoletano - Feltrinelli
Pubblicato nel 1995 per Einaudi, è considerato il capolavoro di Rea. Racconta, in forma di romanzo-inchiesta del suicidio di Francesca Spada, giornalista e critico musicale del quotidiano L'Unità. Qui Rea si inoltra nei luoghi della Napoli malridotta del periodo della guerra fredda negli Anni Cinquanta, in cui il Partito Comunista è ancora legato alle radici staliniste e fatica a accettare idee progressiste. Il libro vinse il Premio Viareggio nel 1996.

La dismissione - Feltrinelli
Uscito nel 2002 per Rizzoli (ora ristampato da Feltrinelli), racconta con precisione giornalistica e affabulazione d'autore lo smantellamento dell'impianto dell'Ilva di Bagnoli, che Rea decise di seguire tornando a vivere nella sua città natale. Dal libro è stato tratto il film La stella che non c'è, di Gianni Amelio.

L’ultima lezione. La solitudine di Federico Caffè, scomparso e mai più ritrovato - Einaudi
Pubblicato nel 1992, è un esempio mirabile della letteratura di Rea, un'indagine che parte da un caso singolo e si allarga al mondo circostante fotografando un'epoca. Racconta della sparizione dell'economista napoletano Federico Caffè, uno dei grandi misteri italiani.

Rosso Napoli - Bur
Pubblicato nel 2009, è una trilogia (Trilogia dei ritorni e degli addii) che narra tre storie di donne belle e complicate in cui, in un modo o nell'altro, si rispecchia la città di Napoli.

Nostalgia - Feltrinelli
L'ultimo libro di Rea chiude la trilogia dei quartieri di Napoli, dopo Napoli ferrovia (2007) e La Dismissione (2002), raccontando del rione Sanità, dove lui stesso nacque e che frequentò sempre molto presso la casa dei nonni. Da qui Rea osserva la città, fra speranze e delusioni, militanza e disillusione, amore e rabbia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

4 libri per affrontare un abbandono

Che sia per la fine di un amore o per la perdita di un caro, ecco qualche consiglio di lettura per affrontare il senso di abbandono e ripartire

Commenti