Libri

Ebook: otto idee per amarli

Tra pochi dubbi e molto entusiasmo qualche suggerimento per guardare all'editoria digitale con ottimismo (...e non rischiare di perdere la propria biblioteca per 'colpa' del web)

Su Blackwell, The Baron in the Trees, 2011 www.sublackwell.co.uk

In principio fu Kindle. Poi vennero Nook, Booken, Sony, Leggo Ibs. Ora è la svolta di Kobo. Se vi state avvicinando agli ebook, o se l'ebookofilia vi ha già conquistato, prima o poi vi capiterà di avere qualche libro digitale sparso qua e là tra computer e 'device' ed è probabile che vi dimentichiate di archiviarlo insieme agli altri. Un file in pdf è stato salvato sul desktop del PC al lavoro, uno in epub è sul computer di casa; un titolo è stato acquistato dal sito che proponeva il prezzo migliore ed è rimasto nei download digitali, un altro è arrivato via email da un amico e attende di essere importato nell'ereader. Non c'è più la fisicità dei volumi a farceli ricordare. L'occhio non cade più sulla copertina, e non c'è neanche quello scaffale strapieno di libri a ribadirne l'esistenza. Può darsi anche che il lettore che contiene tutti gli ebook si rompa e nello spostare i libri su un altro dispositivo si perda qualcosa. Per chi ha scoperto la lettura attingendo ai libri degli scaffali di casa si pone anche un tema nostalgico: di certo i nostri figli non erediteranno i nostri ebook nel formato che hanno ora. Forse neanche noi li conserveremo a lungo.

Fino a quando si resta all'interno dello stesso sistema di contenuti digitali questi problemi apparentemente non si pongono. Ma c'è comunque la possibilità che un giorno il gestore decida di chiudere il nostro account, o di cancellare qualche ebook dalla sua base dati. Se non avessimo archiviato i nostri libri altrove rischieremmo di perderli: a qualche cliente di Amazon è già successo.

Insomma, le nostre raccolte digitali sono ancora giovani, ma i contenuti si spargono come briciole e siamo tutti un po' spiazzati: l'editoria sta attraversando una fase epocale e nessuno è in grado da sapere cosa ci riserverà il futuro. Una cosa però è certa: gli ebook sono il presente e il futuro (almeno il futuro prossimo) del libro. La lettura digitale offre incredibili vantaggi, tali che, una volta iniziato a leggere un e-libro, difficilmente si torna indietro. Ma se ogni tanto vi capita di sentirvi incerti e nostalgici verso il passato dei libri di carta qui c'è qualche suggerimento. Sono le nostre pillole di entusiasmo destinate al lettore in bilico. Per guardare all'editoria digitale con ottimismo (...e non rischiare di perdere la propria biblioteca tra computer, nuvola e device).

1. Fai un backup di tutti i tuoi contenuti su un hardisk, in modo da tenere la tua biblioteca sempre aggiornata.

2. Pensa che in un domani non molto lontano i libri fuori catalogo non esisteranno più: tutti i contenuti, anche i libri introvabili da anni, potranno essere rintracciabili online e a portata di download.      

3. Pensa a quante foreste stai risparmiando senza consumare carta.

4. Pensa che i tuoi ebook sono con te ovunque: se anche la tua casa bruciasse, gli e-libri non diventerebbero un mucchio di cenere.

5. Pensa che un domani chiunque potrà leggere le annotazioni scritte sui tuoi ebook, senza il bisogno di decifrare la tua orribile grafia.

6. I tuoi figli non erediteranno le reliquie di carta che hai ereditato tu, ma sicuramente sperimenteranno modalità di lettura che tu non hai mai conosciuto. E se gli lasci user e password, forse leggeranno qualcosa che hai apprezzato anche tu senza che le pagine si siano ingiallite.

7. Augurati che archivisti, bibliotecari, informatici e giuristi trovino le soluzioni più adatte alla conservazione e all’indicizzazione dei testi - per renderli sempre rintracciabili nel mare magnum del digitale - e alla tutela dei tuoi diritti di consumatore e di lettore.

8. Goditi i tuoi eBook, leggi il più possibile e non farti troppi problemi.

Avete altre pillole da suggerire?

© Riproduzione Riservata

Commenti