Libri

Diario di un sopravvissuto agli zombie. E l'horror diventa quotidiano

Esce in Italia il libro di culto di J.L. Bourne

Anticipato dal successo americano, esce anche in Italia Diario di un sopravvissuto agli zombie di J.L. Bourne (Multiplayer Edizioni, 14, 90 euro), primo volume di una trilogia horror già culto tra i cacciatori di morti viventi. Che non sono affatto pochi a giudicare dalla quantità di roba in tema zombie, apparsa negli ultimi 10 anni: dal film 28 giorni dopo , diretto nel 2002 dal premio Oscar Danny Boyle, alla serie tv The Walking Dead, che alla premiere della terza stagione negli Usa ha incollato al teleschermo 11 milioni di spettatori (in Italia va in onda il lunedì su Fox, ndr).

Ma stavolta abbiamo a che fare con un libro. Gli effetti speciali non ci sono. Tutto è affidato a una scrittura sincopata e una serie di escamotage grafici, disseminati qua e là tra le pagine. E a qualche buona trovata della trama...

Bourne porta gli zombie nei grandi magazzini Wallmart e li fa camminare per Times Square. Mentre il suo alter-ego nel libro, un militare di stanza in Texas, scrive un diario che sotto-traccia è anche manuale di sopravvivenza, con spiegazioni su cosa fare e come farlo in caso di invasione. E forse è proprio questo uno dei segreti del successo del libro: fornire la soluzione a uno degli incubi più sentiti degli Usa e dell'occidente, come dimostrano i numerosi avvistamenti di zombie segnalati dalle cronache. Al punto che a giugno il Centro americano di controllo delle malattie ha dovuto diramare un comunicato (reale) per spiegare che no, non esistono virus in grado di riportare in vita i morti.

© Riproduzione Riservata

Commenti