De Chirico a fumetti

Un omaggio al pittore metafisico, tra biografia e noir

vilella-dechirico001

Sabastiano Vilella, "Interno metafisico con biscotti", Coconino Press

Micol De Pas

-

La metafisica è un pensiero. Che coglie di sorpresa, magari andando in tram o camminando in un luogo consueto, di quelli che si attraversano nella propria città più o meno tutti i giorni: all'improvviso gli edifici si svuotano della loro funzione, le forme diventano astratte, come concetti puri che parlano per assoluti. Un gioco divertente, che capita quando si è sovrappensiero. Oppure, diventa un'inquietudine che confina con il noir, a seconda delle pieghe che prende. E questo è il caso di Sebastiano Vilella, che ha deciso di raccontare le sue avventure semioniriche in un fumetto piuttosto speciale.

Si intitola Interno metafisico con biscotti, appena uscito per Coconino Press, ed è dedicato al mago della pittura metafisica: Giorgio De Chirico. Non è però una semplice biografia a fumetti: alle vicende reali, narrate dallo stesso pittore nelle Memorie della mia vita, Vilella mescola un racconto di fantasia che assume i toni di un’onirica trama noir.

Tra Ferrara, Firenze e Parigi, alle soglie della Prima guerra mondiale, il giovane De Chirico vive i suoi anni di formazione con la madre e l’amato fratello Andrea, in arte Alberto Savinio, frequenta il poeta Apollinaire e il suo circolo, conosce i primi successi e le prime delusioni. Ma lo perseguita come un’ombra un ambiguo pseudo-detective, che vede nei suoi quadri i segni premonitori di delitti e fatti di sangue che poi puntualmente si verificano…
«Ho voluto rendere un rispettoso omaggio», dice Vilella, «alla figura e all’arte di De Chirico, con un racconto immaginario che vuole trasmettere il senso di mistero, di enigma assoluto che permea tutta la sua opera».

L'omaggio, poi, si è ampliato: le tavole disegnate da Sebastiano Vilella, infatti sono esposte, fino al 29 settembre, al Castello Aragonese di Otranto per la mostra Giorgio de Chirico, mistero e poesia a cura di Franco Calarota con quadri, sculture, disegni, acquarelli e grafiche in un dialogo con l'arte contemporanea incentrata sulla metafisica, tra installazioni, dibattiti, libri ed esposizioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti