I libri più belli del 2012: albi illustrati per bambini

Pensieri e sentimenti, dubbi e insicurezze, comportamenti inspiegabili e bugie, 5 libri per i più piccoli per imparare a riderne insieme

Alice e il ciuccio, Marta Monelli

– Credits: Alice e il ciuccio, Marta Monelli

Ilaria Cairoli

-

Nell’albo illustrato si crea un’incredibile sinergia tra parole e immagini. Le storie si ascoltano con le orecchie, si leggono e si osservano con gli occhi.
Ecco cinque libri che vogliono raccontare ai bambini la complessità del mondo e dei sentimenti, con parole e immagini meravigliose, che hanno il dono di arrivare con grande semplicità dritte al punto.

A che pensi? , Laurent Moreau, Orecchio Acerbo, 2012

Annetta ha pensieri zuccherosi
Rosa sta per innamorarsi di Antonio
Maria è terribilmente gelosa

Cosa succede nella testa delle persone quando pensano? Cosa sono i pensieri? Laurent Moreau autrice e illustratrice di A che pensi?, Orecchio Acerbo http://www.orecchioacerbo.com  editore, ce li mostra con delle bellissime immagini dalle linee semplici e dai colori decisi.

Ogni pagina un personaggio diverso, ogni ritratto nasconde un pensiero, che è possibile scoprire girando la finestra di carta su cui è disegnato il volto.
Così si aprono gli scenari più inaspettati: nella testa di Annetta c’è una torta prelibata, dietro gli occhi di Rosa c’è solo Antonio, nella mente di Maria ci sono tanti serpenti.

Laurent Moreau riesce con poche parole e immagini semplici ad evocare concetti complessi ed astratti per un bambino, come i pensieri e i sentimenti.
A che pensi? è un libro sorprendente e ricco di stimoli, da non perdere.

Dai cinque anni in su.

Alice e il ciuccio , Marta Monelli, Zelig Editore, 2012

Qualcuno ha visto il ciuccio di Alice?

Con questa domanda drammatica si apre Alice e il ciuccio (booktrailer qui ) di Marta Monelli , Zelig Editore.
Vi può sembrare cosa da poco forse, ma per la piccola Alice è una vera e propria gatta da pelare: il ciuccio è una costante nella sua vita, come fare senza?
Le indagini partono immediatamente: sotto le lenzuola? sotto il letto? forse l’ha preso il suo pesciolino rosso per allenarsi al giro di boa? Forse i suoi cani l’hanno sepolto nella sabbia?
Tra una ricerca e l’altra Alice scopre che ci sono tantissime cose interessanti in giro e il ciuccio forse non era neanche così necessario per farle. Arrivati a sera Alice se l’è dimenticato e finalmente quando dorme può fare un bellissimo sorriso.
Le illustrazioni di Marta Monelli sono coloratissime e lineari, scanzonate e graficamente molto interessanti. Non potrete non tifare per la tenera e buffa piccola Alice.

Da 3 anni in su.

Il mio nome è No! , Marta Altés, Sinnos, 2012

“Ciao! Il mio nome è No.
Io sono un cane DAVVERO bravo.
Sono così bravo che la mia famiglia adora ripetere il mio nome!”

Il povero Spike, un cagnolino pasticcione ma molto simpatico, è convinto di chiamarsi NO! da quante volte la sua famiglia lo chiama così.

E sì che lui è convinto di fare tutto il possibile per facilitargli la vita: li fa camminare veloce per strada, gli riscalda il letto prima che vadano a dormire, rimette in ordine i giornali e assaggia il cibo prima di loro, per controllare che sia buono.
Un libro che mostra ai bambini combina-guai come Spike, il “No!” da un altro punto di vista.
Il mio nome è No! è il libro di esordio della giovanissima Marta Altés , che ha accompagnato le parole del caro Spike con illustrazioni estremamente espressive ed ironiche.

Da 3 anni in su.

Pinocchio. Canzoni con il naso lungo , Carlo Biglioli, Silvia Bonanni, il Castoro, 2012

“Pinocchio è un gran monello, disobbedisce a Geppetto e combina un sacco di guai. Così il grillo lo sgrida.
“Cri, Cri, Cri...Pinocchio sei proprio una testa di legno!”

Le versioni di Pinocchio sono innumerevoli ormai, ma è incredibile scoprire ogni volta quante chiavi di lettura e quanti modi esistano per raccontare questa bellissima storia.
Pinocchio. Canzoni con il naso lungo (booktrailer qui ), pubblicato recentemente per il Castoro, è una versione che merita di essere presa in considerazione perché ha una particolarità: è un libro multimediale, da leggere, osservare ed ascoltare.
Pinocchio. Canzoni con il naso lungo è scritto e musicato da Carlo Biglioli, cantautore, educatore, maestro d’asilo e cantante della “Famiglia Rossi” ,e illustrato da Silvia Bonanni , già illustratrice di libri di Rodari, di Alain Serres, di Bernard Friot, e molto altro.

Le illustrazioni sono divertenti e di grande effetto, grazie all’efficace idea di mescolare con il collage illustrazioni e immagini ritagliate, fotografie, carta di giornale e lettere.
Il testo è semplice, divertente e ha il pregio di rendere accessibile la lettura anche a bambini molto piccoli, senza banalizzare il linguaggio.
Il valore aggiunto di questo Pinocchio sono tuttavia le quindici canzoni, contenute nel cd allegato al libro, che accompagnano il testo e che rendono memorabile e unica la lettura del libro.

Da 4 anni in su.

Fuoco a scuola , Mario Ramos, Babalibri, 2012

“Non mi piace la scuola”

Sentenzia il piccolo Lu nell’ufficio della Direttrice della scuola, dopo l’ennesimo ritardo.
Non c’è verso che ne combini una giusta: Lu sbaglia sempre e la maestra non è molto tenera con lui, senza contare i compagni che lo prendono in giro. Andare a scuola può essere un vero incubo, quando ti senti inadeguato.
Per fortuna c’è Ciccio, la sua unica spalla, l’unico amico che è sempre dalla sua parte e che cerca di tirarlo fuori dai guai quando Lu ci si mette...e succede spesso.
Una notte a scuola viene appiccato un incendio e chi è il primo sospettato del disastro compiuto? Ovviamente Lu.
Riuscirà il piccolo Lu a dimostrare a tutti la sua innocenza?
Fuoco a scuola è un libro che racconta con una piccola avventura un sentimento molto complicato qual è quello dell’inadeguatezza e della diversità.

Mario Ramos , autore e illustratore, ha scritto e illustrato anche i meno recenti, ma divertentissimi Sono io il più bello! e Sono io il più forte! che raccontano con grande ironia paure e sentimenti dei bambini.

Da 4 anni in su.

© Riproduzione Riservata

Commenti